Porto San Giorgio: Tucano's "Quando ne usciremo, dovremo farci i complimenti l’un l’altro per aver resistito"

5' di lettura 28/04/2020 - Dobbiamo contare sui noi stessi, il punto di vista di Andrea Luciani dello chalet Tucano's.

Andrea Luciani, titolare unitamente alla sua famiglia, dello storico locale Tucano's, dapprima solo pizzeria nata nel 1988, poi diventato stabilimento balneare, con ombrelloni e sempre attività di ristorazione, molto popolare soprattutto per la pizza, definita buonissima, inevitabilmente si troverà a limitare la sua attività, peraltro aperta tutto l'anno, e date le previsioni, nel rispetto dell’urgenza sanitaria, è possibile possa diventare anche emergenza economica e sociale. Pertanto voglio chiedere al titolare di una struttura così coinvolta, quali sono i suoi pensieri, preoccupazioni e/o soluzioni.

Caro Andrea, la vostra è stata sempre una solida attività, meritatamente attiva ed apprezzata, ma non senza investimenti, fatica e dedizione, perciò, cosa ti procura il non sapere come riprendere a pieno regime, e di conseguenza con una diminuzione del fatturato e spese sempre uguali se non maggiori?
Salve Maria Teresa, sicuramente il calo di fatturato è un problema importante per tutte le attività ma soprattutto per quelle tarate su volumi ed organici composti da molto personale.
Se poi si considera il fatto di dover ridimensionare in maniera rilevante le capacità di incasso ma di non aver ancora valutato da parte di chi ci amministra una riduzione proporzionata di tari demanio e tasse varie calcolate in base alla superfice quindi alla produttività vengono i brividi. In ogni caso ad oggi la cosa più critica è quella di non sapere ancora realmente su quali protocolli di sicurezza dover ragionare per cercare di riorganizzare in maniera totalmente nuova le nostre attività. Quindi sia dal termine puramente economico che da quello organizzativo le prospettive non sono rosee.
Si parla di limitazioni nei ristoranti, nelle spiagge etc etc, credi che questo possa affondare il turismo e creare enormi difficoltà ai gestori di stabilimenti balneari, e nel tuo caso, che presentimenti hai in proposito? Riguardo la sicurezza sarà necessario utilizzare protocolli efficaci e ribadisco efficaci non assurdi come quelli paventati da fantasiosi rendering di box in plexiglass e simili. Distanziamenti sanificazione e protezioni dovrebbero essere le basi per affrontare questo periodo augurandomi che sia il più breve possibile.
Dal punto di viste delle difficoltà siamo tutti consapevoli che ci saranno, inevitabilmente a livello turistico ci sarà un calo…ma con molti sacrifici ce la faremo a venirne fuori.
Nel nostro caso specifico il Tucano’s beach ha la fortuna di avere una sala ristorante molto ampia che in estate diventa ancora più grande cosi da poter garantire distanza e sicurezza a tutti i nostri clienti. Inoltre stiamo ragionando su nuove dinamiche di servizio e di prenotazione per garantire il tavolo ai clienti anche in caso di ritardo per evitare possibili attese.
Speriamo bene.
In tutti questi anni di attività, ove vi siete sempre adeguati al passo con le mode e gli stili di vita, offrendo sempre qualità e proposte sia in termini di ristorazione che intrattenimento, avete mai sofferto di crisi o di stanchezza?
Si in effetti il Tucano’s ha compiuto 32 anni quest’anno ..sono tanti. Il Tucano’s è stato un locale in continua metamorfosi e questo ha comportato continui investimenti per riuscire a funzionare bene e continuare ad essere sempre apprezzati dalla nostra clientela. Hai centrato perfettamente quello che è stato il nostro punto di forza “qualità servizio e proposte”.
Il ristorante pizzeria negli anni è stato un po' una mosca bianca rispetto allo standard generale in 32 anni nonostante un incremento esagerato dell’offerta nel mondo della ristorazione è riuscito a rimanere stabile con cali e picchi da considerarsi fisiologici. Il tucano’s beach inteso come intrattenimento e pubblico spettacolo invece è stato più soggetto a mode ed abitudini generazionali e ha subito sicuramente il calo di presenze ”giovani” che ha ammorbato il nostro paese negli ultimi 5/7 anni da qui la scelta di mettere da parte la versione disco e dedicarci a cene spettacolo con target più adulto.
Consigli ad un aspirante imprenditore di investire nel mondo della ristorazione, al giorno d'oggi?
Il mondo della ristorazione lo si abbraccia per passione ambizione, robe da sognatori, a volte contro consigli di chi ti è affianco e contro ogni previsione. Potresti consigliare ad una persona di non innamorarsi solo per il rischio delle possibili conseguenze? Ecco appunto. Quindi ristoratore SI come e con chi non sarà mai un problema fa parte del progetto del proprio sogno. Ma in questo periodo storico il DOVE è fondamentale, bisogna mettersi in condizione tale che le proprie idee possano funzionare e per questo ci vogliono paesi VIVI.
Nel salutarti e ringraziarti molto della tua testimonianza. chiudo col chiederti se te la senti di esprimere una tua personale sensazione su come siamo governati, oppure solamente una tua manifestazione di cosa ti auspichi da tutto questo che sta succedendo?
Premetto che non sono un tifoso per natura quindi applaudo chi gioca bene. In questo governo non vedo un bel gioco, solo proclami per il resto siamo lasciati a noi stessi e se sopravviveremo a questo disastro economico non dovremo ringraziare nessuno, dovremo farci i complimenti l’un l’altro tutti da chi ha combattuto in corsia a chi ha sofferto restando a casa, a chi è riuscito a non chiudere un’attività garantendo posti di lavoro e a chi non ce l’avrà fatto, consapevoli che nonostante l’ennesimo governo di incapaci, noi italiani ancora ci siamo. Mi auguro che si riparta guardando al futuro con un po' più di leggerezza.




di Maria Teresa Virgili


Questa è un'intervista pubblicata il 28-04-2020 alle 23:23 sul giornale del 29 aprile 2020 - 4908 letture

In questo articolo si parla di economia, pizzeria, intervista, Maria Teresa Virgili, Tucano's

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bkxj





logoEV
logoEV