Premier Conte: «Se ami l'Italia mantieni le distanze». Dal 4 maggio la Fase 2

5' di lettura 26/04/2020 - «Inizia la fase di convivenza con il virus e dobbiamo essere consapevoli che la curva del contagio potrà risalire. Questo rischio c’è. Nella fase 2 sarà fondamentale il comportamento responsabile di ciascuno di noi» dice il Presidente del Consiglio Conte.

Bisogna rispettare le distanze di sicurezza: almeno 1 metro. Anche nelle relazioni familiari bisogna rispettare questa precauzione. «Gli scienziati dicono che per un malato di Coronavirus su 4 la causa del contagio è nelle relazioni familiari».

«Se ami l’Italia mantieni le distanze. Il Governo anche ha un compito specifico in questa nuova fase. Abbiamo predisposto un meccanismo per tenere sotto controllo la curva e consentire di intervenire».

Il piano illustrato da Conte partirà il 4 maggio.

Il Commissario Arcuri con ordinanza interverrà a fissare i prezzi di mercato delle mascherine, onde evitare speculazioni: 0,50 centesimi il prezzo delle mascherine chirurgiche.

La reazione all’emergenza deve essere comune e rapida - dice il Premier. Il Recovery Fund è lo strumento che consentirà ai paesi più colpiti, tra cui l’Italia, di percorrere la strada più rapida per la ripresa - spiega.

L’Inps ha raccolto tra gennaio e marzo 109.000 domande in più di reddito di cittadinanza. Solo per il bonus baby-sitting sono arrivate 78.000 domande, 237.000 le richieste straordinarie per le famiglie, già liquidati quasi 3,5 milioni di bonus da 600 euro per autonomi e professionisti, agricoli, lavoratori dello spettacolo e Co.co.co.

Alcuni attendono ancora, ci sono ritardi, Conte si scusa ma - dice - stiamo parlando di 11.000 domande compresa la Cassa Integrazione, mole di domande trattata mediamente dall’Inps in 5 anni e non in un solo mese.

Ѐ necessario poi il contributo delle Regioni, affinché facciano pervenire i flussi.

IMPRESE

Sostegno poderoso all’attività di impresa. Con il nuovo decreto, quello da 55 miliardi, più fondi per gli autonomi, aiuti concreti a categorie più fragili (colf e badanti ad esempio), si sta sperimentando per chi ha avuto già il bonus di 600 euro di rinnovarlo senza richiesta, e ancora, aiuti alle imprese.

Il nostro obiettivo non è avere più sussidiati ma più occupati - precisa Conte. Per le imprese con meno di 10 dipendenti sostegno diretto con contributi vari e taglio al costo delle bollette.

TURISMO

Settore che produce dal 13 al 15% del Pil. Gli operatori non saranno lasciati da soli.

Cosa accadrà dal 4 maggio fino al 18 maggio?

Resterà l’autocertificazione per gli spostamenti. All’interno della Regione rimarranno le comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute. Si aggiunge la possibilità di spostamenti mirati per far visita a congiunti, consapevoli che molti nuclei familiari sono stati separati. Ma saranno visite mirate con l’adozione delle mascherine e con divieto di assembramento. Vietato spostarsi in una Regione diversa, tra Regioni è consentito solo un trasferimento per esigenze di lavoro, per assoluta urgenza e motivi di salute. Consentito rientrare presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Divieti di assembramenti in luoghi pubblici ma anche privati: non sono consentiti party insomma. I Sindaci possono anche disporre la temporanea chiusura di specifiche aree in cui non sia possibile assicurare il rispetto di questi vincoli.

Acceso consentito a parchi, ville e giardini pubblici ma condizionato al rigoroso rispetto delle distanze e al fatto che siano adottate misure per contingentare gli ingressi. Anche qui i Sindaci potranno disporre la chiusura di queste aree laddove non ci sia possibilità di assicurare il rispetto delle prescrizioni.

ATTIVITÀ SPORTIVA E MOTORIA

Ci si potrà allontanare dalla propria abitazione ma rispettando la distanza di almeno 2 metri l’uno dall’altro, mentre se è semplice attività motoria basterà 1 metro. Sì a sessioni di allenamento degli atleti professionisti e di quelli riconosciuti di interesse nazionale dal Coni e dalle rispettive federazioni ma sempre nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento.

CERIMONIE FUNEBRI

Saranno consentite con l’assoluta partecipazione di congiunti fino a un massino di 15 persone, possibilmente all’aperto indossando mascherine e rispettando le misure di distanziamento sociale.

RISTORAZIONE CON ASPORTO

Sarà consentito l’asporto ma non ci dovrà essere assembramento davanti al posto di ristoro. Distanti, in fila, uno per volta e nessuna consumazione davanti al posto di ristoro.

ATTIVITA’ PRODUTTIVE

Dal 4 maggio riapre tutta la manifattura, tutto il settore delle costruzioni e del commercio all’ingrosso funzionale alla manifattura e alle costruzioni sul presupposto che le aziende interessate rispetteranno rigorosamente i protocolli di sicurezza sui luoghi di lavoro (l’ultimo, più sofisticato, sottoscritto il 24 aprile).

AZIENDE DI TRASPORTO

Protocollo di sicurezza anche per le aziende di trasporto. E’ stato sottoscritto dalla ministra De Micheli. Tutte queste aziende dovranno predisporsi al rispetto assoluto delle prescrizioni contenute in questo protocollo di sicurezza.

CANTIERI

C’è un Protocollo sottoscritto il 24 aprile per garantire la tutela della salute del lavoratori sui cantieri.

MUSEI, MOSTRE, BIBLIOTECHE, COMMERCIO AL DETTAGLIO, ALLENAMENTI A SQUADRE IN CAMPI SPORTIVI: apertura prevista per il 18 maggio

Per BAR, RISTORANTI, CENTRI ESTETICI, PARRUCCHIERI, BARBIERI, CENTRI DI MASSAGGIO apertura programmata per il 1 GIUGNO.

Le Regioni dovranno con cadenza giornaliera informare sull’andamento della curva epidemiologica e sulle situazioni di adeguatezza del sistema sanitario regionale. I dati perverranno al Ministero della Salute, all’Istituto Superiore di Sanità e al Comitato Tecnico Scientifico i quali saranno nella condizione di poter elaborare le situazione critiche.

A tre giorni dall’adozione del decreto il Ministro della salute indicherà le soglie sentinella. Così facendo, in presenza di situazioni critiche il Governo potrà chiudere il rubinetto di nuovo.


di Benedetta Luciani
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 26-04-2020 alle 22:04 sul giornale del 28 aprile 2020 - 788 letture

In questo articolo si parla di attualità, maggio, articolo, premier conte, Benedetta Luciani, coronavirus, fase 2

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bkoO





logoEV
logoEV