Personaggi storici del fermano: Francesco Graziani

2' di lettura 26/04/2020 - Nasceva a Fermo il 26 Aprile 1828 Francesco Graziani, cantante lirico nonché principale interprete delle opere verdiane.

Baritono, Graziani esordisce ad Ascoli Piceno nel 1851 con Donizetti. L'anno successivo canterà per Verdi a Macerata ne i Masnadieri. Da qui parte la sua fortunata carriera specializzandosi nelle opere di Verdi in tutto il mondo: a Parigi nel ruolo di protagonista ne il Trovatore, La Traviata, Il Rigoletto ed Un Ballo in Maschera; al Covent Garden di Londra interpretando in Ernani sempre di Verdi, per poi passare a I Puritani di Bellini, la Favorita di Donizetti e l'Otello di Rossini, fino a calcare i palcoscenici oltre oceano di New York e quello del teatro imperiale di San Pietroburgo, dove partecipa alla prima assoluta de La forza del Destino, e per il quale Verdi crea appositamente il personaggio di Don Carlo di Vergas, consacrandolo così all'apice della carriera.

Le grandissime capacità vocali, che dimostravano una certa naturalezza nel cantare e soprattutto una indiscussa facilità nell'interpretazione dei personaggi delle opere di Verdi, tendono ad identificarlo come il primo baritono dell'era moderna, o meglio il prototipo di baritono verdiano nel mondo. Più volte criticato per la sua incapacità di recitazione, Graziani si specializza in ruoli drammatici che lo rendono assai convincente agli occhi della critica.

Francesco però non è il solo della sua famiglia ad intraprendere l'attività canora: dei suoi tre fratelli, il più giovane, Vincenzo, fu baritono anche lui debuttando con Donizetti, il primo e secondo, Giuseppe e Lodovico, furono rispettivamente basso e tenore. Nello specifico, anche Lodovico interpreta opere verdiane quali La Traviata a La Fenice in scena a Venezia.

Lasciato il palcoscenico dopo l'ultima interpretazione a Londra de La Traviata nel 1880, Francesco si stabilisce definitivamente a Grottazzolina, precisamente a Villa Graziani, cedutagli dallo stesso Mazzini per i servigi prestati all'allora Giovine Italia, dove muore nel 1901.






Questo è un articolo pubblicato il 26-04-2020 alle 10:27 sul giornale del 27 aprile 2020 - 263 letture

In questo articolo si parla di lirica, fermo, opera, grottazzolina, cantante lirico, Luigi De Signoribus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bkmw





logoEV
logoEV