Fermo: al via il Rilancio del settore turistico

3' di lettura 26/04/2020 - Si preannuncia una stagione estiva davvero carica di incognite per il settore turistico fermano e marchigiano.

Gli alberghi in territorio fermano, tra cancellazioni e mancanza di nuove prenotazioni, hanno perso circa il 90% del fatturato annuale e non vi sono segnali di recupero.
Sia l'incoming turistico composto dalle varie agenzie e tour operator, che le strutture ricettive(hotel, agriturismi, B e b,casolari) e le attività di servizio(bagnini, trasporti pubblici e turistici, guide, musei, ristoranti) sono in seria difficoltà.
L'emergenza sanitaria, ha causato la cancellazione di tutte le prenotazioni provenienti dall'Estero ed in gran parte anche dall'Italia, tutti gli investimenti che erano stati messi in campo al fine di rafforzare il settore turistico con l'utilizzo di diverse campagne pubblicitarie, adottate tra Settembre 2019 e Marzo 2020, sono andati persi.
Una cocente delusione per l'intero settore che aveva investito moltissimo nella stagione 2020, grazie alla promozione fatta da Loneyplanet che, aveva inserito la regione Marche, nella top 20 dei luoghi più belli da visitare in tutto il mondo.
Per dare sostegno all'intero comparto turistico, oltre gli interventi messi già in atto dal governo, l'assessore regionale Moreno Pieroni ha annunciato durante una videoconferenza con Confartigianato, la sua intenzione di accellerare l'inizio della stagione turistica estiva anticipandola al 19 Maggio.
"Vogliamo dare un messaggio forte, porteremo la proposta di anticipare i tempi in Giunta, la campagna pubblicitaria partirà dal 15 Maggio.
L'idea è promuovere le Marche ed i marchigiani e sarebbe bene non si applicassero le tasse di soggiorno ed i Comuni riducessero o togliessero Imu e Tari.
La nostra idea è quella di dare un messaggio forte al sistema dell'accoglienza e della sicurezza".

Durante il dibattito, Pieroni ha illustrato la creazione di alcuni gruppi di lavoro tra sanità e turismo per fornire risposte e sostegno immediati a tutti gli imprenditori sui temi cardine dell'emergenza tra cui le distanze sociali e sanificazioni.
Sono quindi in ballo diverse proposte per dare massimo supporto ad un settore che, sta subendo delle perdite considerevoli, tra cui quella di promuovere il turismo tra i numerosi marchigiani residenti all'Estero, creando una misura dedicata a loro per offrirgli la possibilità di venire anche fuori stagione e valorizzare al massimo il turismo montano che quest'anno potrebbe rappresentare una chiave di svolta in uno scenario così incerto e fragile, grazie alla possibilità di poter offrire una vacanza sicura, date le distanze sociali che bisognerà mantenere ed incantevole data la bellezza dei borghi che caratterizzano il territorio.
L'assessore ha anche annunciato che, sempre dal 15 Maggio, sarà pronto il nuovo testo unico del turismo contenente tutte le linee guida anche per i B e b.
La vera sfida sarà rappresentata dai profondi cambiamenti sociali imposti dall'emergenza sanitaria che hanno investito ogni ambito sia nella sfera pubblica che privata.
Sembrano lontani ricordi le vacanze in cui, si poteva circolare liberamente e senza doversi preoccupare di mantenere le distanze di sicurezza, in cui ognuno era libero di assaporare il relax in toto.
Il turismo ha una grande arma dalla sua parte: è promotore indiscusso di bellezza, emozioni, luoghi da vivere, culture da scoprire;un patrimonio inestimabile che ha bisogno di essere tutelato e protetto ora più che mai.






Questo è un articolo pubblicato il 26-04-2020 alle 17:49 sul giornale del 27 aprile 2020 - 646 letture

In questo articolo si parla di lavoro, turismo, sicurezza, balneazione, ristorazione, accoglienza, rilancio turistico, articolo, turismo culturale, Barbara Palombi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bkn1





logoEV
logoEV