Scuola, Latini (Lega), “centri estivi in scuole paritarie: modello Veneto su scala nazionale”

1' di lettura 24/04/2020 - “In vista della Fase 2 con riaperture progressive delle attività e con il conseguente ritorno al lavoro di molti genitori, la quotidianità delle famiglie, dopo settimane di chiusura forzata tra le mura domestiche, sarà nuovamente interessata da profondi cambiamenti. A partire dalla cura dei figli, che non potranno tornare a scuola."

"Bambini, ragazzi e famiglie - spiega Giorgia Latini - hanno bisogno di una risposta che incontri le proprie nuove esigenze per il periodo estivo: la proposta della Regione Veneto di trasformare le scuole paritarie in centri estivi per attività ludico-ricreative da svolgersi in totale sicurezza, magari in prevalenza in spazi aperti, può rappresentare una valida opportunità che deve essere considerata a livello nazionale.
Una scuola paritaria su tre oggi, con lo stop didattico, rischia la chiusura: chiederemo un supporto a questi istituti perché possano riaprire fornendo un’attività importante per le famiglie nel periodo estivo. Si otterrebbe così il doppio obiettivo di aiutare le famiglie nella conciliazione dei tempi casa-lavoro e le scuole paritarie a potersi sostenere a livello economico”.


da Giorgia Latini
Assessore regionale alla Cultura e alla Sport





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-04-2020 alle 12:05 sul giornale del 25 aprile 2020 - 325 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, bambini, lega, riapertura, comunicato stampa, covid 19

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bkfN





logoEV
logoEV