Il desiderio dei più: una classe politica capace di decidere

2' di lettura 24/04/2020 - E’ essenziale ed ora più che mai indispensabile amministrare esclusivamente per ottenere risultati tangibili acquisendo consensi per gli obiettivi raggiunti e non per altro

Ciò che accomuna la stragrande maggioranza degli imprenditori di successo è che tutti hanno un gran desiderio di auto realizzazione; un’aspirazione che poi diventa regola di vita; un bisogno interiore da soddisfare che li accompagna tutti i giorni e per il quale lavoreranno sempre duramente e con tenacia senza mai mollare un istante.

L’imprenditore è un decisionista per eccellenza poco incline ad utilizzare il condizionale; è un pragmatico capace di superare i momenti di crisi con le idee.
E dopo aver analizzato gli impedimenti e le avversità del momento ne esce con immediatezza con la soluzione migliore tra le diverse possibili.

E’ questo di cui abbiamo bisogno a livello politico ed amministrativo ed è questo che gli imprenditori vorrebbero da chi fa scelte economiche e sociali per gli italiani e ancor più da vicino per i marchigiani.

Per più di un imprenditore è già tempo di pensare alla classe politica che verrà perchè superata la criticità del coronavirus si andrà a votare; è essenziale che chi andrà al governo regionale e o nazionale sia in grado di ragionare ed operare conseguentemente da imprenditori capaci di immaginare lo scenario futuro e quindi operare con scelte che facilitino la ripartenza di chi è sul campo e si confronta in un mercato globale in continua evoluzione.

Non sarà forse arrivato il tempo di farla finita con la politica sterile incapace di risolvere situazioni incancrenite senza mai venire a capo di nulla? E' questo che si domandano gli imprenditori e non solo loro.
Abbiamo bisogno - dicono quando li senti parlare - di persone capaci di afferrare il toro per le corna; c'è urgenza di uomini e donne tanto abili quanto adeguate a risolvere i problemi senza procrastinarli all'infinito.
Non possiamo tornare indietro e modificare l’inizio di qualcosa che sta andando male ma possiamo agire per sceglierci un finale diverso e migliore di quello che ci aspetta se non cambiamo atteggiamento.


di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 





Questo è un articolo pubblicato il 24-04-2020 alle 01:04 sul giornale del 25 aprile 2020 - 239 letture

In questo articolo si parla di lavoro, economia, politica, imprenditori, articolo, lorenzo bracalente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bkeP





logoEV
logoEV