Porto San Giorgio: Il Direttore della Farmacia Comunale va in pensione ed il Comune cede la gestione ad una società partecipata per sei anni

3' di lettura 23/04/2020 - Negli ultimi quattro mesi un solo Consiglio Comunale e nell’unica seduta, quella recente del 21 aprile, un solo punto all’ordine del giorno.

“Per il rilancio di una farmacia – si legge nel comunicato stampa della minoranza - il cui farmacista direttore va in pensione e deve essere sostituito, la gestione della farmacia, dal Comune passa per 6 anni alla società comunale SGDS Multiservizi srl: il Comune percepirà un canone dell’8% sul fatturato netto delle vendite fino a 1 milione di euro, valore oltre il quale parteciperà esclusivamente agli utili della società.”

Pare sia questa la decisione assunta dall’attuale Amministrazione comunale di Porto San Giorgio.

“Come consiglieri di minoranza – prosegue la nota - abbiamo affrontato il Consiglio con spirito di solidarietà e volontà di collaborare alla migliore gestione della cosa pubblica, invitando l’amministrazione a rinviare la votazione dopo avere chiarito alcuni punti fondamentali, che l’istruttoria comunale non ha affrontato.”

Premesso che come amministrazione Agostini abbiamo dato a costo zero ai Sangiorgesi una farmacia nuova e attrezzata con ampio parcheggio e zero canone di locazione fino al 2027 – prima si pagavano di affitto 10.000 euro netti l’anno – e che abbiamo lasciato nel 2011 con un volume di affari di circa 917.000 euro, scesi nel 2015 a 818.125,23 per scendere ancora nel 2019 a 650.235,51, quindi preso atto che tra la gestione Agostini e quella Loira si è registrato un -29,10%, abbiamo chiesto, quali sono le ragioni e di chi le responsabilità? Chi in amministrazione doveva verificare e controllare e non lo ha fatto?

Acclarata l’incapacità della gestione comunale, comprensibile che il responsabile voglia rivolgersi alla gestione di altri, ma perchè una gestione privata e soprattutto come si può procedere senza avere prima fatto una perizia di stima della farmacia comunale?

Perché non procedere con gara di evidenza pubblica aperta a professionisti del settore e invece ci si affida a chi ha competenza di rifiuti e neppure ha elaborato un piano di investimento e sviluppo? Quale il piano di sostenibilità finanziaria dell’operazione?

Perché un canone all’8%, che porterà ai sangiorgesi meno soldi di quanti ne siano arrivati fino ad oggi, invece che ad esempio un 10%? E quali sarebbero gli utili cui dovremmo fare affidamento in presenza di una società ogni anno sempre più mangiasoldi pubblici?

Il coronavirus dovrebbe aiutare a comprendere che la farmacia comunale è un servizio pubblico locale di rilevanza economica volto alla migliore tutela della salute pubblica e per questo la gestione deve rimanere comunale.

Una gestione comunale, come tale non rimessa alla ricerca del profitto ad ogni costo, avrebbe dovuto portare l’amministrazione dal febbraio scorso ad una politica di approvvigionamento e distribuzione alla cittadinanza di mascherine, guanti, prodotti igienizzanti e di sanificazione a prezzi di responsabilità pubblica e solidarietà sociale, come pure ad organizzare un servizio di consegna gratuita a domicilio dei farmaci, ma niente di tutto ciò è stato fatto.

Anzi si approfitta del coronavirus come distrazione di massa per togliere ai Sangiorgesi un servizio pubblico e compiere un’operazione che, senza le risposte alle domande poste in consiglio, appare non trasparente e finalizzata a tappare ennesimi buchi di bilancio della società comunale dei rifiuti e assumere in barba ad ogni procedura concorsuale il prossimo farmacista direttore.

LA MINORANZA CONSILIARE UNITA PER PORTO SAN GIORGIO

Vitturini Meri

Petrozzi Renzo

Marinangeli Marco

Del Vecchio Carlo

Bragagnolo Fabio

Agostini Andrea




redazione Vivere Fermo


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2020 alle 11:30 sul giornale del 24 aprile 2020 - 3637 letture

In questo articolo si parla di cronaca, attualità, politica, fermo, notizie, Redazione VivereFermo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bkaL





logoEV
logoEV