Montappone: Marzialetti "ci attendiamo una riapertura sicura"

2' di lettura 18/04/2020 - E' quanto chiedono le aziende del distretto del cappello alle istituzioni pubbliche. Vogliamo, dice il loro Presidente “Lo screening preventivo con i test sierologici per tutti coloro che lavorano nei nostri uffici e nei nostri laboratori; e una consistente iniezione di liquidità anche a fondo perduto che tenga conto di quanto le aziende hanno perso in questo periodo di chiusura e perderanno in conseguenza della pandemia.

"Pandemia che avendo coinvolto tanti paesi nel mondo, non consentirà una ripartenza subito a regime” - afferma il Presidente nazionale del settore Cappello Paolo Marzialetti. Che poi spiega in dettaglio da chi si aspettano questi interventi : “L’ attività sanitaria di prevenzione deve essere ufficialmente inclusa nel protocollo relativo alla sicurezza dei lavoratori proprio da chi ha la responsabilità della salute pubblica anche nel nostro territorio e nel nostro distretto, vale a dire la Regione Marche che dovrà mettere a disposizione i kit con i test reagenti. Ma non basta, perché nel frattempo deve immediatamente essere affrontata anche tutta la questione dell’operatività delle aziende, legata alla gestione degli ordini e alle ripercussioni sulle tempistiche, relative e conseguenti ai lock down di tutti gli altri paesi nel mondo, che per il nostro settore rappresentano i maggiori mercati di sbocco. Basti pensare a Francia, Germania, Spagna e Regno Unito, per non parlare degli Stati Uniti. L’unica nota positiva sono i mercati dell’Estremo Oriente, Cina, Corea del Sud e Giappone, che sono stati colpiti in maniera più limitata, ma che sono comunque in allerta per i contagi di ritorno. In questa pandemia che è diventata crisi economica a livello globale, le aziende hanno bisogno di accesso immediato alla liquidità e spetta al Governo Centrale , che per ora ha scelto solamente il sostegno attraverso la via bancaria, provvedere ad integrare con una consistente quota a fondo perduto, tenendo conto anche di tutti gli effetti economici collaterali, oltre che vigilare attentamente, insieme alla Regione Marche, al fine di evitare di far indebitare ulteriormente le imprese. Dal canto loro gli istituti di credito mettano rapidamente in atto tutte le procedure necessarie per garantire la ripresa delle attività produttive “.






Questo è un articolo pubblicato il 18-04-2020 alle 08:11 sul giornale del 20 aprile 2020 - 398 letture

In questo articolo si parla di lavoro, Montappone, distretto del cappello, marina vita, covid 19

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bjRE





logoEV
logoEV