Prefettura, emergenza Coronavirus: A cuore le imprese e il contrasto a una eventuale micro-criminalità

3' di lettura 17/04/2020 - Fermo - La provincia più virtuosa di tutto il territorio regionale: 89% di presenze in meno la Domenica di Pasqua e un 92% di presenze in meno a Pasquetta.

I controlli effettuati ad oggi parlano di 20.420 persone controllate (solo 1.600 negli ultimi due giorni).

Gli esercizi commerciali controllati sono stati 7.875 (circa 700 negli ultimi due giorni). I titolari di attività sanzionate sono stati solo 2, per un totale di 12. Chiusura provvisoria invece per 4 esercizi.

Questi sono i dati dei controlli effettuati dalle Forze di Polizia del territorio (Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizie Municipali, Capitaneria di Porto, Carabinieri Forestali, Polizia Stradale e Ferroviaria).

Considerevole anche il numero delle comunicazioni inviate alla Prefettura dalle attività relativamente alle domande di apertura (comunicazioni di cui al DPCM 22 marzo integrato dal DPCM del 10 aprile). Sono state circa 700 le attività che hanno dunque inviato comunicazioni (per le quale vige la regola del silenzio assenso). Diverse le richieste anche da parte dei concessionari degli stabilimenti balneari che, stando al decreto n.90 del 16 aprile firmato dal Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, hanno ora la possibilità di recarsi nelle loro strutture per effettuare lavori di manutenzione in vista di un’ipotetica stagione estiva.

Unitamente a dette comunicazioni giungono in Prefettura anche moltissime richieste di chiarimenti da parte dei cittadini su come poter interpretare al meglio le disposizioni normative e capire in che modo poter operare o avere deroghe in relazione alle singole esigenze lavorative o di salute.

All’incontro tenutosi la scorsa settimana con i sindaci dei Comuni più grandi è seguito inoltre due giorni fa l’incontro con i sindaci dei Comuni intermedi unitamente, per la parte sanitaria, con il Dr. Livini, Direttore di Area Vasta. Trattasi di Montegiorgio, Campofilone, Lapedona, Pedaso, Altidona e Montefortino; con Amandola l’appuntamento è rimandato alla settimana prossima - chiarisce.

Una direttiva del Ministro dell’Interno - aggiunge la Dott.ssa Filippi - vede inoltre noi Prefetti come i soggetti incaricati al fine di promuovere una serie di incontri, come quello svoltosi stamane, finalizzati a capire, a fronte di una crisi così complessa che vedrà scenari che coinvolgono fortemente il tessuto produttivo, come contrastare ipotetiche infiltrazioni da parte della micro-criminalità. Attenzione massima quindi sotto gli aspetti dell’attività di intelligence e dell’attività info-investigativa.

Abbiamo intenzione la prossima settimana - anticipa la Prefetta - di convocare le associazioni di categoria del fermano: Confartigianato, Confcommercio, Ispettorato territoriale del lavoro, rappresentanti dell’Arma, qualche istituto creditizio, unitamente alle Forze di Polizia per capire, in un interlocuzione utile, le problematiche legate all’usura, al bisogno e al disagio sociale. A momento si tratta - precisa - di attività di prevenzione.

Collegamento costante della Prefettura con il Sindaco di Fermo, nonché Presidente della Conferenza dei Sindaci del territorio, il quale sta svolgendo delle attività per portare un aiuto alle situazioni più difficili.

Sempre a mente - rassicura- Lido Tre Archi per un rafforzamento dell’azione di controllo alla fine di questa emergenza sanitaria. Da parte sua, il Sindaco ha comunque già azionato il meccanismo delle ordinanze in relazione ad alcuni immobili in modo da evitare le occupazioni abusive - precisa la Filippi.

Da ultimo la Prefetta riferisce di essersi fatta portavoce delle imprese manufatturiere in difficoltà con il Ministero. Loro stessi - spiega - mi hanno chiesto di veicolare a livello centrale, in quanto me rappresentante del Governo in ambito provinciale, il loro l’auspicio di iniziare quanto prima le loro attività, tenendo conto anche del fatto che questa zona è stata dichiarata "area di crisi complessa".


di Benedetta Luciani
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 17-04-2020 alle 19:14 sul giornale del 18 aprile 2020 - 388 letture

In questo articolo si parla di attualità, imprese, controlli, prefetto di fermo, articolo, Benedetta Luciani, Coronavirus Regione Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bjQ6





logoEV
logoEV