COVID 19: 3 positivi, 1 ospedalizzato e due a domicilio. Il punto sui buoni spesa alimentari. Ordinanza per obbligo mascherine?

3' di lettura 10/04/2020 - In atto un secondo bando che scadrà il 14 aprile. Secondo il Sindaco la convivenza con il Covid19 durerà ancora a lungo. Bisogna indossare guanti e mascherine senza abbassare la guardia

“Stando alle segnalazioni che pervengono dalla Regione Marche, a tutto ieri ( 8 aprile ndr) nel comune di Falerone ci sono 3 persone positive al Covid19, di cui 2 a domicilio e 1 ospedalizzato; 3 sono quelle in quarantena obbligatoria e 5 quelle in quarantene volontaria, di cui 2 perché arrivate dall’estero” .
Così dichiara il Sindaco di Falerone Armando Altini che fa il punto relativamente all’emergenza sanitaria ed economica determinata dal Covid19 sul suo territorio. “ La situazione nei paesi dell’entroterra e nel nostro comune è ancora gestibile- dice - ma occorre rispettare le regole restrittive in atto.
Molti, nell’apprendere che forse il picco dell’epidemia è stato raggiunto e che alcuni dati stanno migliorando, pensano a torto che è inutile continuare a rispettare le regole che giornalmente ci vengono ripetute.
Si sta registrando, infatti, un maggior flusso di auto e molte persone a passeggio, sole o in gruppo, senza alcuna prevenzione. Dobbiamo capire che con il coronavirus dovremo convivere per lungo tempo e limitare i danni finché non verrà approntato il relativo vaccino. Quindi invito ancora i cittadini a restare a casa e ad usare mascherina e guanti, oltre a disinfettarsi quando si entra in un luogo pubblico”.
Il Sindaco, a fronte di questi atteggiamenti indisciplinati, per fortuna solo da parte di pochi, oltre a dare il buon esempio indossando per primo la mascherina, avverte anche che “ con polizia e carabinieri saranno intensificati i controlli sugli spostamenti, elevando, in caso di inosservanza delle norme, le sanzioni previste che vanno da 400 a 3000 euro.
E, se ciò non bastasse, sono pronto anche ad emettere una ordinanza per l’obbligatorietà della mascherina, nonostante non sia mai stato intento di questa amministrazione mettere in atto mezzi coercitivi.” E veniamo al tema dei buoni per sostegno alimentare alle famiglie indigenti.
In seguito al primo bando che prevedeva buoni alimentari per un controvalore di circa 5.500 euro, sono 49 le domande pervenute e già ieri sono stati distribuiti agli aventi diritto- riferisce la vicesindaca Liberati a nome dell’amministrazione comunale - A tutti gli aventi i requisiti previsti sono stati consegnati i buoni spesa ( non tutti i 49) e agli altri, comunque, il sostegno è stato dato con pacchi alimentari. Ora è partito un secondo bando le cui domande dovranno pervenire entro il 14 aprile.
Stiamo procedendo per stralci perché non sappiamo quanto andrà avanti questo stato di emergenza e vogliamo coprire i fabbisogni eventuali che dovessero emergere nell’arco del tempo, senza lasciare fuori nessuno. Il plafond di cui disponiamo è quello di circa 25.000 euro arrivatici dallo Stato, ai quali se ne aggiungono 6000 reperiti dal bilancio del comune, e 1.900 frutto di donazioni solidali da parte di cittadini.
Con questi contiamo di sostenere i bisogni di tutti per il tempo che servirà”. I Buoni spesa , in tagli da 5/10/25 euro, sono stati stampati dalla tipografia ma recano un marchio a secco anticontraffazione e l’amministrazione comunale tutta si è molto impegnata per prepararli e consegnarli già da ieri.






Questo è un articolo pubblicato il 10-04-2020 alle 00:01 sul giornale del 11 aprile 2020 - 1383 letture

In questo articolo si parla di comune, falerone, marina vita, covid 19, mascherine

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bjmM





logoEV
logoEV