Francavilla D'Ete si raccomanda al Patrono San Rocco, protettore degli appestati

1' di lettura 06/04/2020 - Una cittadina di Francavilla D'Ete ha scritto una poesia in vernacolo per San Rocco, il Santo Patrono protettore della peste, per scongiurare questo momento così difficile legato al Covid19.

Ecco il testo declamato da Paola, l'autrice, che potete ascoltare dal vivo collegandovi al seguente link Pagina Ufficiale Facebook Pro Loco Francavilla D'Ete

San Roccu Binidittu

manna qua ssu cacciulittu

pe sfugà 'stu virusse malidittu

Fallu 'bbaglià forte

cuscì fugghia via la morte

Faccè urlà tutta la rabbia

addè che ce truimo in gabbia

pigliulu pure a bastonate te prego non ci abbandonate

Noatri non ce resta che pregà

per tutti quilli che in battaglia, costretti se troa a lavorà

Simo tutti carcerati e disperati

Signore perdonece prima che ce truimo 'ngennerati !!!!








Questo è un articolo pubblicato il 06-04-2020 alle 00:04 sul giornale del 07 aprile 2020 - 701 letture

In questo articolo si parla di attualità, san rocco, francavilla d'ete, articolo, marina vita, devozione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bi6h





logoEV
logoEV