Servigliano: laurea in tempo di coronavirus

1' di lettura 04/04/2020 - Miriam e la tesi di laurea in giurisprudenza discussa via web “Sognavo un momento diverso, ma avevo gli amici collegati e non mi sono sentita sola”

Due computer, la diretta skype, il cuore in gola. Da una parte Miriam Cordari, giovane studentessa di Servigliano, dall’altra la commissione d’esame. Un giorno molto speciale: la laurea. E l’intera famiglia a fare il tifo, a pochi metri da lei, a trepidare e con qualche lacrima. Si vive così il giorno tanto atteso della laurea in tempo di coronavirus. Niente feste di gruppo, nessun abbraccio dal vivo degli amici o lancio di coriandoli. Ma gli amici più intimi, una trentina, erano collegati in diretta web e hanno comunque potuto gioire, applaudirla, commuoversi. Miriam Cordari si è laureata in Giurisprudenza (Università di Macerata) discutendo una tesi in diritto del lavoro con il titolo: “La controversa applicabilità dell’art. 18 della legge del 20 maggio del 1970, n. 300 al pubblico impiego contrattualizzato. Profili sistematici e giurisprudenziali". Venti minuti di collegamento emozionanti. “Attendevo questo traguardo da 5 anni – dice Miriam – e sicuramente mi aspettavo di viverlo in maniera diversa. Tuttavia stiamo vivendo un momento storico che fa riflettere e fa vivere questo evento in maniera eccezionale. Nonostante tutto, non è mancato l’affetto da parte dei miei familiari e dei miei amici che mi hanno sostenuto in questo percorso. Felice di aver raggiunto il traguardo con la speranza di poterci presto rialzare e tornare alla normalità con più consapevolezza e maturità che questo evento drammatico ci sta insegnando”. In casa Cordari, comunque grande festa al termine del collegamento web. Con tanto di corona trionfale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-04-2020 alle 12:19 sul giornale del 06 aprile 2020 - 1433 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bi2z





logoEV
logoEV