Amandola: anche Caritas e Protezione Civile fin da subito in campo per dare una mano

2' di lettura 03/04/2020 - Dal 9 marzo, per aiutare le persone anziane sole e quelle con patologie croniche a rimanere a casa il più possibile, il Comune di Amandola, in collaborazione con la Protezione Civile e la Caritas parrocchiale, ha attivato un servizio di consegna a domicilio di alimenti e farmaci.

In pochi giorni il servizio si è esteso a chiunque ne faccia richiesta al fine di facilitare il rispetto delle misure restrittive della mobilità per il contenimento del contagio.
La collaborazione è così strutturata:
il Comune ha messo a disposizione un numero telefonico e una segreteria - attiva
dalle 8,00 alle 20,00 - che raccoglie le richieste con i rispettivi nomi, indirizzi e
numeri telefonici; la Protezione civile e la Caritas parrocchiale, a giorni alterni, ritirano le richieste dalla
segreteria e si attivano, con i propri volontari, per l’acquisto e la consegna dei beni
richiesti, con le dovute misure di protezione (mascherine e guanti).
I costi degli alimenti e dei farmaci sono a carico del cittadino che richiede il servizio e
che consegna il denaro all’ingresso della sua abitazione al momento dello scambio
con i volontari incaricati, i quali sono tenuti alla presentazione dello scontrino e alla
registrazione dettagliata dei dati.
In poco tempo il servizio si è allargato ad altre necessità: ritiro ricette mediche,
accompagnamento per il ritiro della pensione.
Le richieste che pervengono alla segreteria sono in media 3 al giorno.
I volontari coinvolti sono 8 per la protezione civile e 4 per la Caritas parrocchiale.

Ci dicono i responsabili delle due associazioni:
"All'inizio è stato difficile coinvolgere dei volontari, visto il senso di paura e angoscia che circolava. Pian piano però il senso di solidarietà e la volontà di "aiutare", è stato più forte. Da parte di chi ha usufruito finora di questi servizi, ci giunge un forte senso di ringraziamento e gratitudine.
E noi ringraziamo per la collaborazione i commercianti e i farmacisti."



di Marco Squarcia
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 03-04-2020 alle 16:34 sul giornale del 04 aprile 2020 - 336 letture

In questo articolo si parla di attualità, caritas, spesa, articolo, coronavirus, servizigratitudine e piace a squazo87

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/biYD





logoEV
logoEV
logoEV