Montegranaro: "Ho discusso la mia tesi dalla camera, con gli spettatori in salotto!"

2' di lettura 26/03/2020 - "Ho aperto la porta della mia camera ed ho trovato i miei: ero dottoressa, mi ero laureata".

In questo difficile periodo dove il Coronavirus continua a far parlare di sé, a spaventarci ed a cambiare le nostre abitudini c'è chi pur restando a casa continua a portare avanti i propri progetti ed a conseguire i propri obiettivi.
"Ho aperto la porta della mia camera ed ho trovato i miei: ero dottoressa, mi ero laureata".
Annachiara Orza, 22enne di Montegranaro, la discussione della sua tesi di laurea la immaginava diversa: i parenti, gli amici, la festa, insomma tutto ciò che normalmente ci si aspetta il giorno della laurea.
Ai tempi del Coronavirus anche le sedute di laurea vivono protocolli diversi adattati a quelli che sono i dettami dei decreti della presidenza del consiglio. Così Annachiara che frequenta l'Università a Verona ha conseguito la triennale in Economia Aziendale nella sua casa a Montegranaro. Questa mattina, giovedì 26 marzo, vestita in modo informale (camicia, pantaloni tuta e pantofole), collegata via Skype con i professori ha discusso la sua tesi.
Annachiata racconta di aver aperto la porta della sua camera e di aver trovato i genitori: "Una cosa strana: praticamente mi sono laureata in casa mia, con i miei dietro la porta."
"Quando verso la fine di febbraio sono stati sospesi gli esami e della laurea non si sapeva ancora nulla mi sono un pò preoccupata. Poi sono iniziate le prime voci sulla discussione delle tesi in via telematica e quando ne ho avuto la conferma - rivela Annachiara - sono rimasta un pò delusa perché pensavo che sarebbe stato qualcosa di freddo che non mi avrebbe sustitato le emozioni che mi aspettavo. Mi sbagliavo, discutere la tesi in questo modo è stato diverso ma comunque una esperienza irripetibile e densa ancora più di significato in questo particolare momento storico".
Una laurea decisamente "sui generis" ... ci fermiamo, ma virtualmente possiamo, dobbiamo, continuare le nostre vite, come dice il claim "distanti, ma uniti".
Congratulazioni Annachiara!


di Keti Iualè
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 26-03-2020 alle 17:08 sul giornale del 27 marzo 2020 - 3724 letture

In questo articolo si parla di attualità, laurea, tesi di laurea, articolo, Coronavirus Regione Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bitY





logoEV