Monte Urano: Vogue condivide uno scatto del giovane fotografo Paolo Rossi

2' di lettura 17/03/2020 - La rivista di moda ha pubblicato uno degli scatti più intimi e introspettivi del giovane artista marchigiano.

La Fotografia è un’ arte “senza rumore” che attraversa gli occhi ed arriva dritta all’anima senza l’utilizzo di parole. Paolo Rossi è un giovane fotografo marchigiano, che ha potuto assistere con umile soddisfazione alla pubblicazione di uno dei suoi scatti su "Vogue Italia", una delle riviste più prestigiose e autorevoli del mondo della moda.

Tale rivista, non a caso, ha pubblicato uno degli scatti più intimi e introspettivi del giovane artista. La foto presa in questione è frutto di un arduo lavoro che ha avuto inizio da un corso tenuto dal giovane fotografo a Venezia con Settimio Benedusi. Il corso nasce con lo lo scopo di aiutare i partecipanti a scoprire se stessi.

Paolo descrive questo corso come un’esperienza di vita più che un corso, attraverso cui, con l’aiuto del maestro Settimio, ha potuto scavare dentro di sé. Un'esperienza molto impegnativa. “Esplorare se stessi con una sorta di torcia illuminando le nostre zone d’ombra il più delle volte richiede coraggio” Quel coraggio Paolo l’ha trovato ed ha iniziato un proprio personale progetto: "Nice to meet you".

“Nice to meet you” è un percorso intimo e introspettivo attraverso cui l’artista si racconta. La particolare foto, presa per la pubblicazione da Vogue Italia, vede una donna sorreggere uno specchio in cui è riflessa l’immagine del fotografo in procinto di scattare, quasi come se attraverso lo specchio l’artista scattasse nel proprio subconscio. Il tema della foto cela in sé la profondità di un argomento molto ampio e discusso della psicologia, ovvero la dualità della psiche femminile nell’uomo.
In ogni donna c’è una parte maschile, così come in ogni uomo vi è una parte femminile. Il tutto nell’immensità del "bianco e nero", processo fotografico essenziale, che secondo l’artista mette veramente a nudo la realtà. Chissà se il progetto, "Nice to meet you", porterà alla luce altri interessanti lavori fotografici.

Intanto il “viaggio” di Paolo prosegue nella fotografia reale e senza programmi come il “reportage” e lo “streetphotography”, stili fotografici che non conoscono programmazioni ma colgono il fluire di attimi unici e irripetibili in chi i soggetti sono spesso ignari di essere “opere d’arte”della realtà .






Anna Cozzolino


Questo è un articolo pubblicato il 17-03-2020 alle 18:23 sul giornale del 18 marzo 2020 - 3519 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, monte urano, paolo rossi, articolo, Anna Cozzolino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bhTg