Porto Sant'Elpidio: Evidenti i segnali della ricomparsa della processionaria in pineta

1' di lettura 01/03/2020 - Complici le temperature miti di questo inverno ormai al termine, la processionaria, un insetto che sotto forma di larva attacca in particolar modo le conifere e ne distrugge le foglie ha fatto la sua ricomparsa lungo il nostro litorale tra i rami dei pini silvestri.

Potrebbero non essere indifferenti i danni che la processionaria provoca nelle piante; molto dipende dall’intensità degli attacchi e ancor di più dai tempi in cui si cerca di porre rimedio.
Questo insetto può provocare infatti gravi defogliazioni con il conseguente indebolimento della pianta esponendola anche ad attacchi di altri parassiti; se poi l’aggressione è prolungata e la pianta è giovane è possibile che si verifichi il definitivo logorio dell’esemplare.
Non meno sgradevoli possono essere i fastidi che può arrecare la larva della processionaria nell’uomo: dotata di peli urticanti può procurare, per contatto, irritazioni cutanee e oculari.
Sono queste le ragioni che induce ad agire in fretta contro la processionaria se si vuole salvaguardare il patrimonio arboreo, per cui i focolai di infestazione, soprattutto se presenti nei boschi o nei parchi, vanno segnalati ai servizi pubblici competenti.
E’ ciò che hanno fatto cittadini avveduti di Porto Sant’Elpidio che hanno segnalato il fatto alla polizia locale.


di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 





Questo è un articolo pubblicato il 01-03-2020 alle 11:36 sul giornale del 02 marzo 2020 - 1608 letture

In questo articolo si parla di attualità, porto sant'Elpidio, pineta, processionaria, articolo, lorenzo bracalente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bgWS





logoEV
logoEV
logoEV