Smerillo – Roma: Duro incontro tra i Sindaci del cratere e le autorità del Governo per la Ricostruzione.

2' di lettura 15/01/2020 - Per il Fermano presenti solo Vallesi e Ciaffaroni. “Per ora nulla di fatto. Nessun progresso. C’è grande risentimento”. “Siamo pronti a scendere in Piazza”.

Si è svolto oggi, a Roma, presso la Sala del Pio Sodalizio dei Piceni, l’incontro tra le Autorità del Governo e i Sindaci rappresentanti dei Comuni del cratere sismico. Sul tavolo delle discussioni il nuovo Decreto Sisma, tanto promosso e atteso, ma che in realtà non ha portato nessun giovamento o cambiamento alle popolazioni colpite dal terremoto.

Erano presenti all’incontro, oltre al Senatore del Movimento 5 Stelle Vito Crimi, che in questo ultimo anno ha seguito da vicino la questione sisma, anche i Sindaci dell’Ascolano e l’Assessore Regionale Anna Casini, che ha dato il suo pieno appoggio ai cittadini terremotati. Della Provincia di Fermo presenti il Sindaco Vallesi di Smerillo e Domenico Ciaffaroni del Comune di Montefortino, assenti i rappresentanti del Maceratese.

Spiega il Primo cittadino Vallesi: “Il nuovo Decreto Sisma non ha risolto nulla, sono tante ancora le questioni aperte e molte le problematiche non prese in considerazione. Ad esempio non è affatto chiara la situazione del personale per il Sisma e il tanto atteso snellimento burocratico non porta giovamento a nessuno”.

Continua il Sindaco Vallesi: “L’urgenza è estrema. Da tre anni sentiamo ripetere le stesse parole, ma sembra che nessuno ci ascolti. C’è bisogno di più rapidità e meno burocrazia. Le aree interne appenniniche si stanno spopolando e se i tempi non si stringono quel rilancio sperato non si avrà”.

Tanta l’amarezza e non poche le critiche rivolte al Senatore Crimi e alle altre autorità. Dopo tre governi e tre commissari straordinari la situazione è ancora bloccata.

Positivo l’appoggio del Sindaco di Bari nonché presidente dell’Anci Antonio Decaro, che ha espresso il suo sostegno verso tutti i Sindaci del cratere e si è detto pronto a mobilitarsi e scendere in Piazza nel caso il Governo non ascolti la voce dei terremotati.

Le richieste primarie dei Sindaci presenti sono state il decisivo snellimento della burocrazia, la revisione del Decreto ed un nuovo Commissario per il sisma.








Questo è un articolo pubblicato il 15-01-2020 alle 19:21 sul giornale del 16 gennaio 2020 - 2037 letture

In questo articolo si parla di attualità, montefortino, senato, ricostruzione, commissario straordinario, smerillo, sisma, senato della repubblica, Movimento 5 Stelle, articolo, comune di Smerillo, vito crimi, domenico ciaffaroni, sisma 2016, terremoto centro italia, alto fermano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/be56





logoEV