Fermo: Weekend a suon di sax in arrivo

2' di lettura 11/12/2019 - Da venerdì 13 a domenica 15 dicembre la città di Fermo sarà lieta di ospitare il XXIV Stage Internazionale del Saxofono, uno dei più prestigiosi appuntamenti al mondo dedicati a questo strumento.

Nicola Verzina, direttore del conservatorio sottolinea l’aggettivo “internazionale” al fianco di “stage”. Sì, perché il Conservatorio Pergolesi di Fermo riesce a coniugare la dimensione territoriale e quella nazionale e internazionale. “Infatti siamo anche reduci da un concerto parigino realizzato sabato scorso con l’Ensemble di Musica Contemporanea del Conservatorio all’Istituto Ungherese di Cultura”, spiega il direttore. Lo Stage Internazionale del Saxofono accoglie studenti e musicisti provenienti da ogni regione d’Italia, da tutta Europa e dall’estero e questo non può che rendere onore alla città di Fermo.

Massimo Mazzoni, direttore artistico dello stage, parla di un lavoro iniziato ventiquattro anni fa reso possibile grazie alla collaborazione del Conservatorio che sin dall’inizio scelse di cooperare nell’organizzazione fornendo gli spazi necessari per ospitare lo stage diventato negli anni punto di riferimento per tutti i sassofonisti italiani e non. “Non è un caso se nel corso della rassegna arriverà una delegazione per presentare il loro Festival Europeo del Sassofono in calendario per il 2020”, osserva Mazzoni. Il ringraziamento va inoltre al Comune di Fermo per il contributo economico e per la messa a disposizione, sabato 14 dicembre, del Teatro dell’Aquila e poi alla Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo nonché, da quest’anno, alla Solgas. Il grazie va anche alla docente Lucy Derosier e a tutti gli studenti per l’aiuto nella gestione di questa intensa tre giorni. “Una 24ª edizione ben fatta con”, prosegue Mazzoni, “artisti importanti del calibro di Jérǒme Laran, Michel Supéra, Naomi Sullivan, Marco Gerboni e Nicolas Arsenijevic, finalista, quest’ultimo, del più prestigioso concorso di sassofono che si tiene in Belgio, a Dinant, città natale di Adolphe Sax”. Ad esibirsi anche Domenico Luciano, giovane campano che ha studiato presso il Conservatorio di Fermo, accompagnato dal pianista Eugenio Catone e la “Sonora Junior Sax” composta da oltre sessanta elementi. Ma anche Filippo Farinelli, Valeria Picardi e Laura Sarchiè tra gli altri pianisti accompagnatori. Concerti a ingresso libero (venerdì alle ore 19.00 e alle ore 21.15 e domenica alle ore 12.00 presso l’Auditorium Billè in Conservatorio, mentre sabato alle 21.15 presso il Teatro dell’Aquila).

Da Stefano Paci, presidente della Commissione Cultura del Comune di Fermo i complimenti al Conservatorio per la manifestazione facendo notare del resto come anche le iscrizioni siano aumentate negli ultimi anni, segno forte di una buona programmazione e di scelte giuste.


di Benedetta Luciani
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 11-12-2019 alle 16:09 sul giornale del 12 dicembre 2019 - 74 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, Stage internazionale di Saxofono, Conservatorio Pergolesi, Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdWI





logoEV
logoEV