x

SEI IN > VIVERE FERMO >

A Fermo per "Filosofando" un incontro con la Prof. Paola Nicolini dell'Università di Macerata

3' di lettura
790

Agenzia RES


Allo spazio Betti con il gruppo di ConsiderAzioni la presentazione del laboratorio di filosofia per bambini.

Venerdì 22 novembre alle ore 21:30 lo SpazioBetti dedica una serata alla filosofia come strumento educativo.
Verrà presentato il laboratorio di filosofia con i bambini/e e ragazzi/e attraverso il “gioco” con gli adulti.
La serata è a cura del gruppo ConsiderAzioni e vede la partecipazione della Prof.ssa Paola Nicolini docente di Psicologia dello Sviluppo e Psicologia dell’Educazione - Università di Macerata.
Sarà una serata dedicata a "giocare" con i pensieri, riflettendo sul valore del gioco, del piacere dello stare insieme, del ragionare collaborativamente.
Un'occasione per avvicinarsi alla filosofia con e per i bambini, comprendere i pilastri e ragionare sulle opportunità di crescita che offre a grandi e piccini.
All’interno del corso di Laurea in Filosofia del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Macerata si è costituito un gruppo di ricerca, coordinato dalle professoresse: Carla Danani - docente di Filosofia Politica e Filosofia dell’abitare - Paola Nicolini – docente di Psicologia dello Sviluppo e Psicologia dell’Educazione -Donatella Pagliacci – docente di Antropologia filosofia e Etica della Persona - e da alcuni giovani laureati e dottorandi, che si occupa di Philosophy for/with children.

La Philosophy for Children (P4C) rappresenta una delle più significative esperienze filosofico-pedagogiche contemporanee.
Iniziata negli anni '70 da Matthew Lipman, allievo di John Dewey, ha avuto ampio seguito e diffusione dapprima negli Stati Uniti e successivamente in tutto il mondo con l'istituzione di numerosi centri e una consolidata sperimentazione del programma.
Questo tipo di proposta è particolarmente qualificata per incoraggiare nei bambini e nei giovani, esperienze di comunicazione in presenza, in un tempo nel quale prevalgono le modalità di comunicazione solo virtuale.
Infatti, il dialogo è il centro dell’attività della Philosophy, un dialogo contrassegnato dall’ascolto e dal rispetto reciproco.
Il progetto è rivolto a bambini/e, ragazzi/e e giovani dai 3 ai 18 anni, con la finalità di promuovere lo sviluppo logico, critico e creativo del pensiero, nonché sostenere percorsi di consapevolezza del valore dell’altro/a e di sé.
La Philosophy for/with children stimola a diventare “autonomi” e capaci di “pensare con la propria testa”, senza limitarsi ad abbracciare le parole e i pensieri di altri/e prima di averle prese in considerazione con serietà e attenzione, ma avvalendosi dei propri.
Da un lato la Philosophy for/with children fornisce un sostegno allo sviluppo di abilità logiche e metacognitive, del pensiero complesso, formulando giudizi propri sui fatti, elaborando una propria interpretazione del mondo e sviluppando concezioni proprie su sé stessi e sul mondo che li circonda.
Dall’altro abitua all’ascolto del pensiero e delle visioni dell’altro/altra, così da apprendere a rispettarle e in alcuni casi a farle proprie, per approdare a visioni più ampie e diversificate del mondo socio-bio-fisico.



Questo è un articolo pubblicato il 20-11-2019 alle 13:10 sul giornale del 21 novembre 2019 - 790 letture


Agenzia RES