Porto Sant'Elpidio: Tunisino ai domiciliari per spaccio viola gli obblighi imposti e finisce alla circondariale di Fermo

1' di lettura 13/11/2019 - A seguito di un'attenta attività di controllo da parte dei carabinieri il pregiudicato è stato condotto alle carceri di Fermo

I carabinieri della stazione di Porto Sant’Elpidio dopo aver proceduto a quotidiani controlli di un pregiudicato di origini tunisine sottoposto agli arresti domiciliare per spaccio di sostanza stupefacenti, lo sorprendevano più volte a violare gli obblighi imposti dalla a.g. della detenzione domiciliare.
La Corte di Appello di Ancona, concordando con le risultanze dei militari di Porto Sant’Elpidio, sospendeva il beneficio degli arresti domiciliari e ordinava la custodia in carcere.
L’uomo è stato associato alla casa circondariale di Fermo.






Questo è un articolo pubblicato il 13-11-2019 alle 16:01 sul giornale del 14 novembre 2019 - 442 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, casa circondariale di fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcKC





logoEV
logoEV