Monterubbiano: Con la rinascita del Teatro Pagani al via anche la stagione 2019/2020

3' di lettura 12/11/2019 - Presentata la stagione 2019/2020 del Teatro Pagani. Resa agibile e ripulita dalla sporcizia che, ahinoi, la sommergeva, la piccola perla monterubbianese torna agli antichi splendori.

Una buona amministrazione è quella che con coraggio antepone la sicurezza delle persone a tutto il resto, sempre e comunque, nonostante gli attacchi e le critiche che ne conseguono. Fu così che nel 2015 una sindaca appena insediata, Maria Teresa Mircoli, mano sulla coscienza, si vide costretta a malincuore a chiudere un teatro, il Teatro Pagani di Monterubbiano, trovato privo dell’agibilità prescritta dalla legge. “Subito ci siamo messi in moto per restituire il teatro ai suoi cittadini”, racconta la sindaca, “ma abbiamo dovuto fare i conti con la realtà”. Il Comune non poteva permettersi mutui. Si è pertanto lavorato coi fondi comunali derivanti dagli oneri di urbanizzazione, mettendo insieme le agibilità per il teatro e quelle per le scuole perché, come ricorda la Mircoli, non si aveva l’agibilità neppure per gli edifici scolastici. 130 mila euro i soldi spesi per il teatro nel giro di un triennio tra ingegneri e collaudi pesanti, porte di sicurezza e caldaie, impiantistica (luce e riscaldamento) e barriere architettoniche. Senza tralasciare il grosso lavoro di pulizia che è stato fatto. “Abbiamo mandato in discarica tonnellate di sporcizia (materassi vecchi, cartoni e chi più ne ha più ne metta) rinvenuta sotto il palcoscenico e nei camerini”, racconta la sindaca. Eseguiti i lavori, il 17 aprile 2019 la Commissione Tecnica per lo Spettacolo dichiara l’agibilità. Una lapide è apposta all’ingresso del teatro a documentare la verità. “Il 1 giugno abbiamo riaperto con uno spettacolo di natura culturale con Fabio Mariano e di natura musicale con l’Orchestra da Camera delle Marche e il nostro corpo musicale”, ricorda la sindaca Mircoli. A seguire la riapertura del 1 giugno c’era Maja Matic’ che solo dalle foto si è innamorata del posto e ha pensato bene di fare una stagione teatrale a Monterubbiano. Giorgio Tegazzi, monterubbianese doc, la mette in contatto con la sindaca e da lì ai prossimi sette spettacoli il passo è breve. Si parte sabato 23 novembre (ore 21) e domenica 24 (ore 17.30) con “Caro De André” in occasione del 20esimo anniversario. Venerdì 29 novembre sarà la volta di “Taxi a Due piazze” della compagnia Progetto Musical. Domenica 15 dicembre alle ore 17,30 “Una notte tra tante”, uno spettacolo liberamente tratto dal “Canto di Natale” di Dickens a cura della compagnia teatrale Rattattù e a seguire degustazione di pesce offerta da Pescolo, partner della stagione. Venerdì 20 dicembre (ore 21.30) si chiude l’anno con un concerto gospel dal titolo “Gospel Mass”, una messa cantata con ritmi gospel dal coro polifonico dell’Annunziata. Il 15 febbraio 2020 si riparte con “La voce dell’uomo”, un omaggio a Sergio Endrigo in occasione della Giornata delle foibe, spettacolo inedito scritto dal prof. Piergiorgio Viti. Domenica 22 marzo altra pomeridiana dedicata alle famiglie con “Storie nell’armadio” a cura de “La Gru Ragazzi”. La stagione teatrale si chiude con i più grandi successi italiani degli anni 60 sabato 28 marzo a cura di “Disordine Teatro”. Fuori programma l’amministrazione sta pensando anche a uno spettacolo musicale ad ingresso gratuito. Il tutto con risorse comunali in parte e poi coi contributi della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo ma anche di tante persone che dicono sì al sostegno alla cultura anche nei momenti difficili. Il grazie della sindaca va a Pescolo, Steca energia, Sigma, So.Eco, Roberto Roberti ed Edil sprint. Info e prenotazioni: Ufficio turistico comunale 0734 257396






Questo è un articolo pubblicato il 12-11-2019 alle 16:50 sul giornale del 13 novembre 2019 - 2310 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, Benedetta Luciani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcH4





logoEV
logoEV