"La metà del Cielo" di Angelo Ferracuti

2' di lettura 06/11/2019 - Angelo Ferracuti ha da poco pubblicato il suo ultimo libro,"La metà Del cielo", edito da Mondadori. Classe 1960, affermato scrittore fermano, collabora con il "Manifesto,Lettura del Corriere della Sera, Left, Radio 3 Rai.

Nel 1993, ha esordito con la raccolta di racconti "Norvegia" a cui, sono seguiti diversi romanzi tra cui "Attenti al Cane", finalista del premio Mastronardi e Zarilli Marimò-New York University," Nafta" ed" Un poco di buono", a cui si aggiungono diversi reportage narrativi e fotografici realizzati insieme al fotografo Giovanni Marrozzini.
L' altra Metà del Cielo, è un romanzo autobiografico a cui l'autore ha lavorato per 14 anni circa, un libro intenso e toccante in cui lo scrittore sceglie di raccontare gli anni giovanili intrisi di sogni e progetti assieme a sua moglie Patrizia.
Una giovane coppia alle prese con la costruzione della propria identità individuale e familiare che vive a Fermo, Patrizia si trasferisce nel territorio fermano poco più che ventenne e diventa poi maestra, mentre Angelo si afferma come scrittore e nascono le loro due figlie.
Una storia d'amore vissuta in modo pieno e sincero, fin quando un giorno,arriva inaspettata e gelida, la notizia della malattia di Patrizia.
Angelo sceglie di combattere a fianco di sua moglie, una delle battaglie più difficili nell'esistenza di una persona, e sceglie di farlo con forza, restando al suo fianco sino alla fine.
Un viaggio doloroso e interminabile in cui lo scrittore si trova ad affrontare il senso di impotenza e sconfitta di fronte ad un qualcosa di così terribile e devastante come la Malattia; una situazione a cui nessuno può essere minimamente preparato.
Ma, in questo romanzo, si affronta anche il tema della speranza e della rinascita interiore, data dalla volontà di ripartire da zero e dal bisogno assoluto di proteggere le figlie da una perdita così devastante.
Un lungo viaggio dentro sè stessi, un percorso di riscoperta interiore che mette luce sulla grande forza d'animo che ognuno, in modo diverso,possiede per ricominciare a dipingere nuovamente il quadro della propria vita.
Un libro che sta riscuotendo molti consensi da parte della critica e del pubblico perchè: "Leggere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso."
(Fabrizio Caramagna)








Questo è un articolo pubblicato il 06-11-2019 alle 23:39 sul giornale del 07 novembre 2019 - 1813 letture

In questo articolo si parla di cultura, scrittore, malattia, mondadori, festival del libro, romanzo, rinascita, editoria italiana, articolo, Barbara Palombi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcvc





logoEV
logoEV