x

SEI IN > VIVERE FERMO > CULTURA
comunicato stampa

Santa Vittoria in Matenano: “Grazie al Festival Storie, una sfida vinta alla grande”

3' di lettura
850

da Organizzatori


Quattro date da sold-out per “La Tempesta”. Premiato Saverio Marconi

Il Festival Storie, che mette in rete 5 Comuni del Fermano, è partito con il piede giusto. L’anteprima nazionale de “La Tempesta” di William Shakespeare e le tre repliche successive, messe in scena dalla Compagnia della Marca per la regia di Gabriela Eleonori, hanno gremito il teatro del Leone di Santa Vittoria in Matenano. “Una sfida vinta alla grande”, commenta raggiante il sindaco Fabrizio Vergari. Giovanni Moschella e Roberto Rossetti hanno guidato l’ottimo cast nell’allestimento che ha fatto registrare sold-out e consensi della critica. Dunque, buona (anzi, ottima) la prima per il neonato Festival Storie, diretto da Manu Latini e organizzato da Progetto Musical. La rassegna di prosa, musica e racconti mette in rete fino al 25 giugno 2020 i Comuni di Belmonte Piceno, Montappone, Montefalcone Appennino, Santa Vittoria e Servigliano. “In una delle repliche – spiega Anna Caraffa di Progetto Musical – abbiamo avuto l’onore di avere ospite Saverio Marconi, uomo di cultura e di teatro che non ha certo bisogno di presentazioni. E’ stato un onore omaggiarlo con una targa”. La Compagnia della Marca ha debuttato a Santa Vittoria in Matenano dopo una settimana di prove continue, stabilendo nel centro fermano una vera e propria residenza. E c’è stato davvero tanto entusiasmo, visto che gli attori e i tecnici hanno avuto modo di incontrare, al mattino, gli studenti delle scuole del comprensorio, per altre due repliche mattutine da “tutto esaurito”.

“La settimana trascorsa a Santa Vittoria in Matenano, per l’allestimento del nostro spettacolo – spiega la regista Gabriela Eleonori – è stata una delle esperienze più belle della mia vita. Sia dal punto di vista artistico, sia, più importante, da quello umano. Mai, negli ultimi anni, mi era più capitato di lavorare con tale armonia e bellezza. Splendida la Compagnia della Marca che mi ha accolto in sé. Meravigliosi Fabio Paci, fondatore dell’associazione Progetto Musical e Manu Latini, direttore artistico della prima edizione del Festival Storie, che con la loro incontenibile passione hanno dato vita a un sogno. Straordinaria l’ospitalità dell’intera cittadinanza, partendo dal paterno sindaco Fabrizio Vergari e dalla preziosissima assessore Maria Cristina Panaioli, fino ad arrivare ad ogni singolo abitante. Veramente speciale la cura che ha avuto per noi Adele, non solo nutrendo il nostro corpo, ma soprattutto la nostra anima. Grazie di cuore”.

“Una grande emozione debuttare così – sottolinea Manu Latini –. Per me doppia soddisfazione: la prima da direttore artistico del Festival, la seconda da attore che ha avuto il privilegio di vestire i panni e l’anima di un personaggio nato dalle penna di Shakespeare. Tutto bellissimo, grande risposta di pubblico in tutte le date. Stupito dalla magica attenzione dei ragazzi delle scuole”.

Aggiunge l’attore protagonista Giovanni Moschella: “Credo sia fondamentale dare vita a sempre più frequenti applicazioni pratiche del sistema delle residenze teatrali. Nei piccoli Comuni si ritrovano le condizioni migliori per coniugare cultura, territorio, incontro e comunità. Questo è successo a Santa Vittoria in Matenano. Questo è successo per "La Tempesta". Questa è politica culturale!”. Così Roberto Rossetti, fondatore della Compagnia della Marca: “È stata una settimana speciale, abbiamo condiviso la magia di questo spettacolo con gli abitanti di questo piccolo centro ricevendo amore e credo donandone tanto. Grazie al Festival Storie si sta riuscendo a portare la bellezza del teatro nei piccoli centri. Per la Compagnia della Marca è stato un onore e un grande piacere iniziare questo percorso non semplice, mettendo a disposizione la nostra quinta produzione per questo spettacolo meraviglioso "La Tempesta" di William Shakespeare, con la regia di Gabriela Eleonori, che ringrazio ancora. E’ stata una settimana indimenticabile dove abbiamo realmente vissuto in simbiosi con il territorio e con la magia del teatro”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-11-2019 alle 12:32 sul giornale del 02 novembre 2019 - 850 letture