P.S.Giorgio: Incontro Forza Italia “Economia, imprese, cittadini: il futuro delle Marche – le proposte di Forza Italia”

3' di lettura 29/10/2019 - Partita la raccolta firme promossa da FI per stabilire in Costituzione un tetto alla tassazione

“Più lavoro e meno tasse”. Questi gli obiettivi di Forza Italia per la rinascita delle Marche. E proprio per combattere l’inasprimento della pressione fiscale del Governo Conte, è partita la raccolta firme di FI per fissare un tetto in Costituzione proprio sulla pressione fiscale. Ieri sera, in una gremita sala Meeting dell’hotel Caminetto di Porto San Giorgio si è tenuto l’incontro “Economia, impresa, cittadini. Il futuro delle Marche – le proposte di Forza Italia” che, contestualmente, è stato anche il primo appuntamento nel Fermano per la raccolta firme contro le tasse.
"Nelle prossime settimane - afferma Marcello Fiori Commissario regionale di FI- organizzeremo gazebo e incontri anche a Fermo, Porto Sant’Elpidio, Sant’Elpidio a Mare, Montegranaro e Monte Urano e in tutta la Regione per consentire anche ai cittadini marchigiani di battersi contro l'oppressione fiscale".
All’incontro, moderato dal coordinatore comunale FI Alessandro Lanchini, hanno partecipato, in qualità di relatori, oltre alla Marcozzi, anche il sen. Fi Andrea Cangini, il consigliere provinciale Carlo Del Vecchio e Alessandra Petracci, responsabile provinciale dipartimento Pmi. In collegamento telefonico il vicecapogruppo FI alla Camera dei Deputati, Simone Baldelli.
“Il primo problema del Paese è l’occupazione. Nelle Marche non abbiamo un vero aeroporto, mancano infrastrutture. Hanno ignorato la mia proposta di arretramento della linea ferroviaria. Mentre tutti i partiti sono alle prese con la loro ridefinizione, noi abbiamo una visione politica. Dobbiamo avere il coraggio di fare le nostre scelte e di credere in noi stessi. Dobbiamo essere fieri di noi” l’appello di Cangini.
“Nelle Marche l’ultima grande infrastruttura – il punto dell’on. Simone Baldelli – risale al secondo Governo Berlusconi. All’Italia e alle Marche serviva uno shock fiscale per pagare meno tasse. Noi siamo per la difesa dei consumatori, dei cittadini, e contro chi vuole fregare i soldi degli italiani, dei marchigiani”.
“Siamo arrivati a pagare il 70% di tasse – le parole della Marcozzi – Forza Italia è tornata in campo. Nostri capisaldi il lavoro e la detassazione. Per questo siamo in campo per raccogliere le firme per un tetto massimo del 30% da inserire in Costituzione. Perché con una tassazione giusta, si hanno cittadini più onesti. Per le Marche siamo impegnati anche sulla Monti-Mare e sulla terza corsia”. Stesso obiettivo, ovvero “il Governo delle tasse”, quello nel mirino del moderatore Lanchini.
“Sulla terza corsia, con Brignocchi e Di Ruscio, abbiamo perso un’occasione d’oro. Io mi sono battuto ma non c’è stato nulla da fare. Ora torniamo a vincere, dopo l’Umbria, anche nelle Marche. Abbiamo ottimi rappresentanti che si battono per il nostro territorio” le parole di Del Vecchio.
“Lavoriamo metà anno per pagare lo Stato” il punto della Petracci che individua i problemi di Porto San Giorgio: “Affitti troppo alti e negozi chiusi, non riusciamo a fare accoglienza turistica, servono parcheggi d’estate. I giovani dopo l’università non tornano perché non vengono offerte prospettive. Dobbiamo potenziare la sinergia scuola-lavoro”.


da Jessica Marcozzi
Capogruppo regionale Forza Italia







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2019 alle 23:32 sul giornale del 30 ottobre 2019 - 1341 letture

In questo articolo si parla di politica, porto san giorgio, incontro, jessica marcozzi, Forza italia San Benedetto del tronto, Fi Regione Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bces





logoEV
logoEV