Smerillo: domenica 20 Ottobre torna la “Castagnata”. Si rinnova l’appuntamento con la tradizione e le eccellenze del territorio.

3' di lettura 17/10/2019 - Da 39 anni, la castagna regina indiscussa della manifestazione. Prevista grande affluenza.

Si sa, la stagione autunnale è contraddistinta da sapori e odori molto peculiari, che non si trovano durante gli altri periodi dell’anno. L'uva, i cachi, il melograno, oppure i mirtilli rossi, le nespole, le nocciole, le mandorle, noci e pinoli e ancora la zucca, il radicchio o il finocchio. Ma la protagonista assoluta dell’Autunno, tra tutte queste prelibatezze, è la castagna. Fin dall’antichità presente nell’alimentazione degli italiani e non solo, è la “regina” indiscussa che da sempre popola le zone montane delle Provincie di Fermo e di Ascoli Piceno. Attrice principale di molti piatti e combinazioni culinarie che hanno spopolato anche nell’alta cucina, alla Castagna sono dedicate molte delle feste autunnali che riempiono le piazze fermane ed ascolane durante questo periodo dell’anno.

Gli abitanti del Comune di Smerillo, una piccola perla situata nelle terre alte del fermano, hanno creato, intorno a questo prelibato frutto, una manifestazione che da 39 anni celebra la castagna in tutte le sue forme. La festa, intitolata “Castagnata”, si svolge solitamente la terza domenica di Ottobre e quest’anno si terrà domenica 20. Ormai famosa in tutta la Regione Marche, è giunta alla sua 39esima edizione ed accoglie e raduna visitatori curiosi ed interessati da ogni dove.

L’evento ha luogo lungo tutto il centro storico del paese, vestito e decorato con colori ed addobbi che rievocano la stagione autunnale. Le vie e gli angoli del borgo diventano quanto mai suggestivi e peculiari, il tutto è contornato da un panorama mozzafiato e gli intensi odori e sapori accompagnano il visitatore in un gustoso itinerario gastronomico. Come anticipato, la prima donna della manifestazione è la castagna e la maggior parte delle pietanze, proposte dagli stand, sono a lei dedicate: immancabili le tipiche caldarroste, numerosi i dolci con marmellata e crema di castagne come le crepes, crostate o torte, tronchetti, calcioni e cannoli fritti, oppure i “tartufi di castagne” e pasticceria varia con crema di castagne; si potranno assaggiare anche i rinomati spiedini di castagne al cioccolato o al miele, la zuppa di legumi con castagne e ancora le pannocchie arrosto o i crostini farciti; per chi vorrà vin brulè e vino cotto locali. Saranno allestiti anche stand gastronomici con panini e carne alla brace. Inoltre, nei due ristoranti “Le Logge” e “Le Fate”, sarà possibile pranzare, assaggiando un menù interamente dedicato alla protagonista della festa. Presenti anche gruppi folkloristici che animeranno le vie del Paese, musica dal vivo e un mercatino dedicato ai prodotti tipici del luogo.

Gli organizzatori ci raccontano che Smerillo è stato uno dei primi Comuni a lanciare questo format all’interno della area montana, che è stato poi ripreso e riproposto da altri Paesi; grazie a questo evento viene dato lustro e prestigio ad un frutto che rappresenta l’eccellenza di questo piccolo territorio, ha da sempre popolato i boschi limitrofi ed è stato riconosciuto dagli esperti per i suoi importanti valori nutrizionali e culinari. Organizzata dall’Associazione locale “Il Castagno”, con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale e della Pro loco, la Castagnata è anche una vetrina per mettere in mostra i tanti prodotti che questa terra regala e uno degli appuntamenti più importanti dell’anno per Smerillo.








Questo è un articolo pubblicato il 17-10-2019 alle 17:35 sul giornale del 18 ottobre 2019 - 2549 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, amandola, dolci, autunno, Pro Loco, smerillo, castagna, castagnata, castagno, sagra castagna, stand enogastronomici, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbM7





logoEV
logoEV