Falerone: Festival Musicale Piceno 2019

2' di lettura 23/08/2019 - Prende il via, sempre pensando a Sergio Lucarini, presidente storico della manifestazione, scomparso nel 2015, la 28° edizione del Festival Musicale Piceno di Falerone.

Dopo l'Alba Musicale del Solstizio, il 23 giugno, che il festival come ogni anno ha
promosso sulla spiaggia di Porto san Giorgio, il Festival parte, sabato 24 agosto concentrato nel Centro Storico di Falerone, ancora fortemente segnato dal sisma di tre anni fa.
RisorgiFalerone, dunque, resta, senza clamori, l'obiettivo di questi 5 concerti che si terranno nella sala dedicata a Piero Antonelli, ex chiesa di San Sebastiano, ritornata oggi unico luogo di culto del Centro Storico dopo l'inagibilità delle due chiese principali e nel Salone Comunale.
E' il bandoneonista Carlo Maver ad aprire la Stagione, sabato 24, la sua poetica che attinge dai suoni del mondo, si sviluppa in sonorità mediterranee, sfociando, a tratti, nel tango. Musica Libera è il titolo del concerto, in questa libertà troveremo stupore ed emozione.
Lunedi 26 sarà il pianoforte di Fausto Bongelli ad aprire una finestra su un panorama musicale diverso. My Favorites è un itinerario attraverso le grandi passioni di Fausto, amico da sempre, fondatore, insieme a noi, dell'Associazione del Festival Musicale Piceno nel lontano 1988; ci offre un affresco sulla musica contemporanea più ricercata, da Giacinto Scelsi a Keith Jarrett, attraverso le suggestioni di Cowell, e le marchigianità di Liviabella e Tesei. Grazie Fausto.
Puro Classico è il concerto del 28, violino e pianoforte, Leonardo Cella e Roberto
Issoglio. Schubert, Mozart e “la primavera” di Beethoven per un'immersione gioiosa nella storia della musica.
Da alcune edizioni il Festival lascia uno spazio ai giovani interpreti, il chitarrista Giordano Moriconi, domenica 1 settembre, ci offrirà un recital pieno di sorprese, dal virtuosismo romantico di Mauro Giuliani alle suggestioni da “realismo magico” di Barrios Mangorè.
Per finire, non potevamo rinunciare a Marco Misciagna, già ospite della scorsa edizione, che, venerdi 6 settembre, tornerà a stupirci, con i suoi virtuosimi, inusuali sulla viola e con la sua poesia, eseguendo un programma che spazia dal seicentesco Heinrich Ignaz
Franz Biber ai Queen.
I concerti sono ad ingresso libero, sarà gradito un sostegno volontario.

Ringraziamo Il Comune di Falerone e Fondazione Carifermo, sempre a fianco del Festival
Il Festival si svolgerà, come consueto, a Falerone Centro Storico, Presso la Sala San Sebastiano e la Sala C. Marcucci (Salone Comunale).








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-08-2019 alle 16:32 sul giornale del 24 agosto 2019 - 1206 letture

In questo articolo si parla di spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a0WR