x

SEI IN > VIVERE FERMO > CULTURA
comunicato stampa

Filofest 2019: Festival della Filosofia accessibile nei luoghi della quotidianità

3' di lettura
1271

da Organizzatori


Da alcuni anni un festival diffuso sul territorio, che amplia ancora il suo raggio di azione con eventi che toccano ben 5 località del Fermano: Ortezzano, Pedaso, Montegiorgio, Falerone e Servigliano.

La filosofia e la cultura accessibili e vivibili da tutti, anche negli aspetti più complessi, con riferimenti sempre diretti con la realtà vissuta nell’attualità. Linguaggi comprensibili e confronti diretti col pubblico. Eventi nei luoghi pubblici dove comunemente la gente s’incontra, vive, scambia relazioni.
Questa è stata sempre e continua ad essere Filofest anche in questa edizione. Da alcuni anni un festival diffuso sul territorio, che amplia ancora il suo raggio di azione con eventi che toccano ben 5 località del Fermano: Ortezzano, Pedaso, Montegiorgio, Falerone e Servigliano. Manifestazione organizzata dalle amministrazioni comunali con l’associazione Wega. Tema di quest’anno “Ricostruire l’umanità”. Conferenze, dibattiti, convegni, performance teatral- filosofiche, sit in musical-filosofiche, umorismo, camminata filosofica.
Un menù ricco di eventi, dal 28 al 31 agosto, per dare stimoli, riflessioni, interrogativi, ma anche possibili risposte e chiarimenti, sicuramente per una crescita interiore. Si comincia mercoledì a Pedaso con la “Camminata filosofica al tramonto” condotta da Pamela Amighini e Andrea Ferroni.
Alle 21.00, sul lungomare dei Cantautori, divulgazioni filosofiche e musicali sul detto di Aristotele “La filosofia comincia con la meraviglia”, lettore Andrea Tibaldi, voce narrante e pianoforte Enrico Garlaschelli, docente di filosofia alla Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale e nell'Istituto Superiore di Scienze Religiose di Milano appassionato di jazz, al contrabbasso Luca Garlaschelli.
Giovedì alle 21.00 nel chiostro di S. Agostino di Montegiorgio incontro con l’antropologo, storico delle religioni e scrittore Mario Polìa.
Interventi musicali di Maurizio Serafini e Luciano Monceri.
Venerdì 30 a Falerone, alle 18.30 nell’anfiteatro romano, recital del filosofo e performer teatral-culturale Cesare Catà, con “Sogni di una notte di fine estate, raccontando Puck e altri folletti”.
Chiusura sabato a Servigliano. Alle 18.00, nel complesso Santa Maria del Piano, convegno su “Benessere e disuguaglianza.
A che punto siamo? Il ruolo degli attori dell’economia civile e sociale nel contesto odierno”. Interverranno Luigino Bruni docente di economia alla Lumsa, Chiara Volpato docente di psicologia sociale all’università Milano-Bicocca, Anna Maria Fellegara e Paolo Rizzi docenti all’Università Cattolica del Sacro Cuore, rispettivamente di economia aziendale (sede di Piacenza) e di economia, Nicola Cabria della fondazione Human.
Modera il giornalista Raffaele Vitali. Alle 21.30 in piazza Roma, chiusura del Filofest con divertimento assicurato nello spettacolo, coprodotto dalle associazioni Wega e Lagrù, “Dal provincialotto… al filosofotto”, di e con l’attore e comico Pier Massimo Macchini.
Intanto il primo agosto scorso, nell’ambito di “Aspettando il Filofest”, si era tenuto a Ortezzano, con notevole successo partecipazione di pubblico, il convegno-confronto sul tema “Riaprire il futuro, la via dell’umanità”, con i filosofi Alberto Maggi, Roberto Mancini e Vito Mancuso. Poi spettacolo musicale con Ricky Portera, chitarrista di Lucio Dalla e degli Stadio.
Info: www.wegaformazione.com





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-08-2019 alle 15:23 sul giornale del 23 agosto 2019 - 1271 letture