x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Porto Sant'Elpidio: La Kasbah, l'Ant, La Crisalide, Progetto Filippide Marche e Volere Volare: uniti per aiutare i più deboli

2' di lettura
1617

di Keti Iualè
redazione@viverefermo.it


A qualche giorno dal termine della manifestazione, si tirano le somme e si fa il bilancio di quella che è stata la quarta edizione de "La Festa de la patata jo la stazzió" evento a cura dell'associazione La Kasbah

Gli organizzatori di cui si fa portavoce Fabio Stortini si dichiarano soddisfatti della riuscita della festa soprattutto in considerazione del fatto che si è svolta in concomitanza con altri importanti eventi locali.
Come noto Fabio Stortini appoggiato attivamente da Giorgio Pazzi, Diego Quaranta e Andrea Abbruzzetti è da anni impegnato nell'organizzazione di eventi a scopo benefico a favore di alcune associazioni presenti sul territorio ed impegnate a sostenere persone in difficoltà ed in questo caso ANT, La Crisalide, Progetto Filippide Marche e Volere Volare.
In occasione di una conferenza stampa, Fabio Stortini ha provveduto nel rispetto della massima trasparenza alla consegna degli assegni con le donazioni alle associazioni in questione.
Dalla festa vera e propria sono stati realizzati Euro 1.000 che vanno all'ANT mentre i proventi derivati dalla vendita dei biglietti della lotteria, di cui si sono occupate maggiormente i membri delle associazioni, hanno raggiunto la somma di Euro 7.600 così destinati: Volere Volare Euro 2.400; La Crisalide Euro 3.600; Progetto Filippide Marche Euro 1.600.
A rappresentare Progetto Filippide Marche, che offre ai ragazzi affetti da autismo la possibilità di vivere un'esperienza sportiva, c'è Marco che porta i ringraziamenti di tutti i ragazzi e delle loro famiglie.
La Crisalide, ha spiegato Morena Pierangeli, utilizzerà il contributo ricevuto per portare avanti il progetto iniziato due anni fa dell'appartamento straordinario dove alcuni ragazzi si ritrovano e sono aiutati da educatori qualificati a rendere la loro vita quotidiana il più possibile autonoma.
Serena Auciello per l'Ant ringrazia gli organizzatori per la loro tenacia perché ogni anno si mettono in gioco senza farsi scoraggiare dalla burocrazia e dalle leggi sempre più complesse riguardo la sicurezza permettendo alle associazioni di avere visibilità. L'Ant che fa assistenza domiciliare sul territorio tra Macerata e la provincia di Fermo assiste ogni giorno 25/30 malati a cui vengono forniti tutti gli ausili necessari per poter vivere con serenità la malattia all'interno della propria casa.



Questo è un articolo pubblicato il 07-08-2019 alle 23:39 sul giornale del 08 agosto 2019 - 1617 letture