La formazione dei giovani è fondamentale e Slow Food è al fianco di chi decide di impegnarsi

2' di lettura 02/07/2019 - Siamo consapevoli che acquisire buone conoscenze e competenze è un passaggio fondamentale prima di iniziare a lavorare

La Formazione dei giovani del nostro territorio è fondamentale secondo i responsabili dell'Associazione Slow Food del Fermano, perché dà maggiore consapevolezza e fiducia in sé stessi, e questa sicurezza servirà per svolgere al meglio i vari compiti richiesti dall’occupazione e soprattutto per rispondere alla costante domanda di formazione richiesta dalle nostre aziende nel campo gastronomico.
"Sono veramente entusiasta per questo corso di formazione" afferma Paolo Concetti, fiduciario Slow Food Fermano " si tratta di un corso per TECNICO PASTAIO promosso da l'ente di formazione riconosciuto dalla Regione Accademia Salute e Benessere Venusia di Fermo, in collaborazione con Confartigianato Imprese Macerata-Ascoli Piceno-Fermo e SLOW FOOD Condotta del Fermano".
Nel corso delle lezioni che stanno giungendo a conclusione, sono stati affrontati diverse tematiche, sia pratiche che teoriche grazie all'utilizzo del laboratorio del pastificio Artigianale Casoni di Porto Sant'Elpidio (partenr del progetto).
Il corso, interamente gratuito, grazie al contributo della Regione Marche, ha formato 15 persone che sono state ammesse alle lezioni dopo aver superato una selezione.
Il tema della biodiversità e della scelta della qualità delle materie prime nella produzione gastronomica ed in particolare in quello della pasta fresca e sempre più fondamentale, per questo motivo Slow Food ha deciso di sostenere questo progetto con l'intento di divulgare l'importanza di queste tematiche e soprattutto per offrire la possibilità ai giovani di una formazione concreta per immettersi in maniera più consapevole nel mondo del lavoro.
"Ringrazio Laura Di Marzio, titolare dell'Accademia Venusia " afferma ancora Concetti dello Slow Food " la ringrazio per la sua sensibilità nel decidere di attivare un corso su questa tematica importante. Devo dire che i risultati sono ottimi vista la risposta positiva e la bravura del corpo docente selezionato.
Questi momenti di didattica sono fondamentali per il nostro territorio, spero ce ne possano essere ancora altri"
La durata del corso è di 100 ore e l'obbiettivo prefissato è quello di acquisire buone conoscenze e competenze tali da facilitare il passaggio fondamentale prima di iniziare a lavorare.






Questo è un articolo pubblicato il 02-07-2019 alle 10:15 sul giornale del 03 luglio 2019 - 750 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, pasta, slow food, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a9bA





logoEV
logoEV
logoEV