Monte Vidon Corrado: per la rassegna “Incontri d’Arte” presentazione del libro “L’avvento della Regione e la fine del Novecento 1970-2000”

2' di lettura 04/05/2019 - Evento organizzato dal comune in collaborazione con il Centro Studi Osvaldo Licini.

Nel contesto della rassegna “Incontri d’Arte” organizzata dal Comune di Monte Vidon Corrado in collaborazione con il Centro Studi Osvaldo Licini, domenica 5 maggio alle 18 viene presentato presso il Teatro di Monte Vidon Corrado il volume fresco di stampa “L’avvento della Regione e la fine del Novecento 1970-2000” (Ed. Aras, 2019, pp. 224). L’opera è a cura di Rita Forlini, Monica Diambra e Vanessa Sabbatini e conclude il decennale progetto sulla storia della nostra regione, “Storia delle Marche nel XX secolo”, ideato e coordinato dal prof. Marco Severini, docente di Storia dell’Italia contemporanea presso l’Università di Macerata e presidente dell’Associazione di Storia Contemporanea che ha promosso gli ultimi tre volumi.

Come per i precedenti sei tomi, usciti tra 2007 e 2016, anche questo presenta un curatore diverso dai precedenti, in questo caso tre curatrici, in linea con la proposta dell’Associazione di Storia Contemporanea – che vanta oltre 400 studiosi in tutto il mondo – di mettere insieme saperi e conoscenze differenti. Così, accanto alla professoressa Rita Forlini, vice presidente dell’Associazione e autrice di diverse ricerche sul tema della Resistenza e della storia delle donne, troviamo due giovanissime studiose, Monica Diambra e Vanessa Sabbatini.

L’opera si presenta plurale e interdisciplinare come le precedenti del progetto sopra citato. Accanto allo sfondo propriamente storico, che investe peraltro le angolazioni politico-elettorale, istituzionale, socio-economica, civile e culturale, si è cercato di ricostruire la storia dell’ultimo trentennio del Novecento alla luce delle principali novità che l’hanno caratterizzato nel territorio marchigiano: l’avvento della Regione e di una nuova classe dirigente; l’affermazione del “modello marchigiano” incentrato sulla piccola-media impresa; le notevoli trasformazioni del settore turistico e di quello dei mass-media; la complessità di una proposta culturale ampia e diversificata che va dalla letteratura alla storia della fotografia passando per la storia dell’arte.

Chiude il libro una riflessione e insieme un bilancio sul progetto stesso che si è trovato ad affrontare diverse problematiche ma è pienamente riuscito nell’obiettivo di coinvolgere le giovani generazioni di studiosi in un grande progetto di valenza scientifica. Nessuna regione italiana aveva finora ricostruito la propria storia novecentesca in sette volumi per complessive 1.500 pagine.

Parteciperanno alla presentazione le tre curatrici e gli autori Marco Severini, Lidia Pupilli e Stefano Bracalente, autore quest’ultimo di un focus su Mario Dondero e Il miliziano colpito a morte di Robert Capa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2019 alle 08:29 sul giornale del 06 maggio 2019 - 1323 letture

In questo articolo si parla di cultura, Monte Vidon Corrado

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a66P





logoEV
logoEV