Ida Collu: così è la mia vita, un'intensa storia di passione

2' di lettura 07/04/2019 - Unica donna Presidente dell'Ente Nazionale Sordi.

Ida Collu è un'attivista dei diritti umani e civili delle persone con disabilità uditiva. È stata Presidente dell'Ente Nazionale Sordi dal 1995 al 2011. Unica donna nella storia associativa dei sordi a ricoprire tale incarico. Negli anni '90 è stata consigliere comunale di Verona con delega ai problemi dell'handicap, membro del Forum europeo delle donne disabili e Presidente del Consiglio Italiano dei disabili per l'Unione Europea CID-UE. Nel 2007 con l'allora Ministro per la Solidarietà Sociale Paolo Ferrero ha rappresentato il Governo Italiano alle Nazioni Unite per la firma della Convenzione Onu sui diritti delle Persone con disabilità.
Sesta di undici fratelli, è nata e cresciuta a Carbonia in Sardegna. All'età di 5 anni, a causa di una meningoencefalite, diventa sorda profonda. Frequenta dapprima l'Istituto Argiolas per "sordomuti" di Cagliari. Successivamente si trasferisce a Roma dove studia all'Istituto Figlie della Provvidenza (oggi Severino Fabriani) per conseguire la licenza media. Torna in Sardegna e si iscrive, nonostante lo scetticismo della famiglia, all'Istituto Magistrale di Iglesias (Ca). La frequenza con i normodotati la porrà dinanzi a molteplici difficoltà, ostacoli e pregiudizi. Primo fra tutti una certa perplessità del preside sul suo inserimento a scuola poiché affetta da "handicap uditivo". Decide allora di continuare gli studi superiori a Cagliari presso l'Istituto paritario Suor Nicoli dove ottiene il diploma con ottimi voti (58/60). Si iscrive all'Università degli studi di Cagliari alla facoltà di Magistero indirizzo pedagogico e sostiene diversi esami con profitto.
Si sposa e si trasferisce a Verona dove continua gli studi. Tuttavia, dopo aver sostenuto oltre venti esami, dovrà interrompere per sopraggiunti gravi problemi familiari.
Cofondatrice dell'associazione Movimento Sordi Eguaglianza (MoSE ONLUS), è molto attiva in tema di diritti umani, legislazione, Lingua dei Segni e accessibilità. Coordina diversi Gruppi Facebook come Articolo 2 Dignità & Diritti, #tuttiamanolis e #raiorabasta, seguiti da migliaia di utenti. Da diversi anni, sempre in difesa dei Sordi, si è resa portavoce di numerose proteste per la dignità della Lingua dei Segni Italiana e delle Pari opportunità. Proprio di recente ha preso parte alla manifestazione in Piazza Montecitorio a Roma per rivendicare il diritto della piena accessibilità ai programmi televisivi attraverso l'utilizzo di tecnologie di qualità (sottotitoli) e interpreti LIS.

Seguirà un'intervista in cui avremo modo di conoscerla in maniera più approfondita.


di Michele Peretti
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 07-04-2019 alle 21:31 sul giornale del 08 aprile 2019 - 4891 letture

In questo articolo si parla di cultura, politica, roma, protesta, manifestazione, verona, matrimonio, sardegna, diritti, ente nazionale sordi, risultati, attivista, accessibilità, sordi, dignità, articolo, Michele Peretti, lotte, sottotitoli, interpreti LIS, Carbonia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6eR





logoEV
logoEV