Fermo: Impercettibili ma frequenti scosse nel nostro mare Adriatico

1' di lettura 28/03/2019 - Dopo quella delle 21.59 di ieri notte ne sono arrivate altre

Da ieri sera, quando in pochi hanno percepito la scossa delle 21.59, nella notte e durante la mattinata ne sono seguite altre.
Un'altra, sempre nel mare adriatico e lungo la costa del piceno, è stata registrata dai sismografi alle 3.16.
Di piccola entità la scossa tellurica di magnitudo 2,1 si è verificata nel territorio di Pievebovigliana ad una profondità 10,6 km.

Dunque un susseguirsi di "piccoli sussulti" che al momento non hanno fatto registrare alcun danno ma che comunque qualche apprensione l'hanno creata nei confronti di chi sembra essere particolarmente sensibile nei confronti di questi fenomeni.
Due scosse a breve distanza l'una dall'altra rispettivamente di magnitudo 3.1 e 3.6, sempre ad una profondità che oscilla fra i 10 e gli 11 km, hanno segnato il loro epicentro al largo del mare adriatico tra le 10 e le 11.
Di magnitudo 2,2 e 2,4 quelle dell'ultim'ora con epicentro sempre nelle stessa zona del mare Adriatico tra Cupra Marittima e Pedaso.






Questo è un articolo pubblicato il 28-03-2019 alle 12:06 sul giornale del 29 marzo 2019 - 2439 letture

In questo articolo si parla di cronaca, terremoto, mare adriatico, sisma, scosse, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5Rn





logoEV
logoEV