Al Teatro di Campofilone il laboratorio teatrale PROSCENIO porterà in scena BOX LIFE STUDIO

1' di lettura 26/03/2019 - Appuntamento Sabato 30 marzo alle ore 21:15

Un viaggio surreale e grottesco tra le idiosincrasie e le nevrosi di questa folle società, ideato e scritto da Stefano Tosoni, con la regia dello stesso Stefano Tosoni e di Stefano De Bernardin. Perchè Box life?
Una scatola è un contenitore chiuso, di diverse forme e dimensioni, destinato a contenere i più svariati oggetti e prodotti. Contenere significa tenere insieme, racchiudere, accogliere, ma anche reprimere, trattenere, frenare, immobilizzare. Il nostro vivere quotidiano altro non è che una migrazione continua tra scatole e contenitori Siamo protagonisti inconsapevoli di una moderna odissea, fisica e morale. Ciascuno di noi vive e sopravvive a una realtà che tende a confezionare tutto, a confezionarsi lei stessa e, soprattutto, a confezionarci.
Viviamo in un sistema dove la natura, irregolarità e imperfezione, spazio aperto e non chiuso, è qualcosa che ci spaventa, è pericolosamente instabile e difficile da controllare. Ma se decidessimo di cambiare le regole, di togliere i coperchi, di fuggire da questa società di contenitori e correre liberi di fronte all’infinito.
Se facessimo tutto questo, saremmo ancora in grado di respirare senza sentirci soffocare? 12 persone, sempre in scena, lavoro all'unisono, ritmo, energia, fisicità e coralità, una prova attoriale impegnativa e completa, un lavoro visionario per divertirsi e riflettere.






di Maria Teresa Virgili


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-03-2019 alle 17:03 sul giornale del 27 marzo 2019 - 1244 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Maria Teresa Virgili

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5M3