x

SEI IN > VIVERE FERMO > ATTUALITA'
articolo

Arredi per la sala di attesa e TV per il reparto di Medicina del Murri

2' di lettura
933

di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 


Alessandro Bracalente: “. . .Piccoli gesti di generosità per un territorio al quale io e la mia famiglia ci sentiamo fortemente legati . . .” - Il Primario Angelici e il direttore dell'Aria Vasta 4 Livini ringraziano in conferenza stampa la NeroGiardini

Enrico Bracalente, amministratore della BAG spa, si è reso ancora una volta disponibile nei confronti del territorio in cui hanno sede le proprie aziende ed al quale riconosce parte del successo del marchio NeroGiardini.
Difatti non si è fatta attendere a lungo la risposta ad una esigenza manifestata da Stefano Angelici primario del reparto di Medicina del Murri di Fermo; dopo l'intervento nel dipartimento di oncologia, la famiglia Bracalente ha risposto alle sollecitazioni di uno dei reparti più complessi del nosocomio fermano donando 24 apparecchi televisivi e l'arredo per la sala di attesa della stessa sezione ospedaliera.
“Un reparto - ci dice Alessandro Bracalente figlio di Enrico che nella conferenza stampa ha rappresentato la famiglia – meritevole di ogni attenzione anche per la singolarità delle patologie e degli interventi complessi ed eterogenei che lo caratterizza come ci ha spiegato il dott. Angelici. Quello che abbiamo fatto in passato e continuiamo a fare – aggiunge Alessandro – vuole essere semplicemente un segno di gratitudine nei confronti del nostro territorio dove i miei nonni, i miei genitori ed io siamo nati; un modo per dimostrare l'attaccamento alla nostra terra alla quale ci sentiamo fortemente legati e nella quale cerchiamo di creare posti di lavoro.”
Nel corso della conferenza non sono mancati i ringraziamenti per la generosità espressa anche in questa circostanza dalla famiglia Bracalente.
Sinceri apprezzamenti sono arrivati dal direttore dell'Aria Vasta 4 Licio Livini, dal primario Stefano Angelici e dalla direttrice ospedaliera Fiorenza Padovani che hanno sottolineato l'importanza della solidarietà che contribuisce a migliorare i servizi sanitari alleviando la permanenza dei degenti in ospedale.





Questo è un articolo pubblicato il 27-11-2018 alle 15:21 sul giornale del 28 novembre 2018 - 933 letture