x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPETTACOLI
comunicato stampa

Il Festival ‘Belmonte ama il Teatro’ ospita Vincenzo Di Bonaventura

2' di lettura
356

Comune di Belmonte Piceno


Il Festival ‘Belmonte ama il Teatro’ ospita Vincenzo Di Bonaventura

Secondo appuntamento del Festival BaT (Belmonte ama il Teatro), organizzato dal Comune di Belmonte Piceno e dall’associazione culturale Progetto Musical con il sostegno della Camera di Commercio e del conservatorio “G. B. Pergolesi” di Fermo.
Sabato 17 novembre, alle ore 21.15, toccherà a Vincenzo Di Bonaventura, tra gli attori marchigiani più applauditi a livello nazionale: porterà in scena lo spettacolo dal titolo ‘Il Contrabbasso’ scritto da Patrick Suskind. Informazioni su biglietti e abbonamenti: 339.3706029.
Il testo è tutto da seguire. Un consumato contrabbassista, Johannes Linespitzyagermyer, ha motivo di recriminare amaramente sulla musica in genere e sull’orkestra in particolare. Molte sue considerazioni vertono su come il suo strumento, grande e ingombrante, sia di spessore fondamentale per qualsiasi orchestra, invece l’esercizio indiscriminato della gerarchia lo relega in fondo senza nessun riconoscimento.
Johannes elenca in modo inconfutabile una serie di valori e di meriti scagliandosi apertamente contro autori e musicisti senza trascurare la Storia della musica e dell’uomo artista nel suo tempo. Un graffiante monologo sull’arte e sulla vita. Vincenzo Di Bonaventura, allievo di Garrone, ha frequentato il percorso completo della scuola di Jasques Lecoq anche con Philippe Gaulier a Londra. Poi con Franco De Marstri e Giuseppe Emiliani, a Venezia. Ha in repertorio più di cento spettacoli come attore solista, e diverse centinaia come attore, regista e insegnante. Ha festeggiato il cinquantenario di una carriera professionistica assolutamente indimenticabile. Gestisce un teatro personale a San Benedetto dei Tronto con la neo formazione teatrale denominata Compagnia Aeoidos.
Direttore responsabile artistico del gruppo Teatrlaboratorium 27 Aikot dal 1980. Doppiatore e speaker, ha inciso diversi dischi tra i quali “Inferno di Dante”. Gestisce l’Home Teatar, teatro da soli 27 posti, a San Benedetto del Tronto, con spettacoli, recital, scuola di teatro, e rassegna stagionale ad appuntamento settimanale. Come percussionista fa parte del gruppo Afro di Ascoli Piceno.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-11-2018 alle 16:48 sul giornale del 16 novembre 2018 - 356 letture