x

SEI IN > VIVERE FERMO > SPETTACOLI
articolo

S.Elpidio a Mare: Cesare Catà, "LE STRANE GIOIE DI GIACOMO LEOPARDI"

1' di lettura
1350

di Keti Iualè
redazione@viverefermo.it


Venerdì scorso all'Auditorium Graziano Giusti si è aperta la Stagione Teatrale 2018/2019 dell’Associazione Lagrù con lo spettacolo "Le strane gioie di Giacomo Leopardi".

Davvero bravo Cesare Catà, filosofo, scrittore, storyteller, performer teatrale e non solo, che con i suoi interventi critici dedicati al tema della gioia in Giacomo Leopardi tiene le fila di uno spettacolo in cui con una serie di sketch comici l'attore Piero Massimo Macchini, con i compagni di viaggio Michele Gallucci e Pamela Olivieri, porta sulla scena il personaggio stesso del Poeta recanatese. Cesare Catà: "Non è vero: non era uno sfortunato gobbo di provincia. Ce l'hanno sempre raccontato al contrario. Leopardi fu un super-eroe del pensiero contemporaneo, uno che ha osato scrutare l'abisso dove nessuno poteva guardare. Un giovane ribelle. Avesse avuto una chitarra elettrica, avrebbe fondato i Nirvana. Si limitò a scrivere la poesia italiana più alta del suo tempo." Il pubblico che ha riempito il teatro si è trovato davanti un’immagine inusuale e appassionante di Giacomo Leopardi, non appiattita sulla visione stereotipata dello sfortunato e malinconico poeta, bensì aperta; un'interpretazione diversa, una versione eretica e scabrosa, della vita e della poesia del sommo poeta, orientate entrambe dietro le grandi difficoltà spirituali ed esistenziali, alla ricerca di una gioia profonda, vera e vitale.





Questo è un articolo pubblicato il 11-11-2018 alle 14:17 sul giornale del 12 novembre 2018 - 1350 letture