P.S.Elpidio: La Lega: Franchellucci tra l'incudine ed il martello

3' di lettura 29/10/2018 - Il capogruppo consiliare Giorgio Famiglini ed il commissario provinciale Mauro Lucentini, della Lega, tornano a parlare delle ormai fantomatiche costiere.

"È stato un vero e proprio bluff - dice Famiglini - quello della Regione Marche che qualche tempo fa aveva lasciato intendere che il costo dei lavori da eseguire per proteggere la costa sarebbe stato sostenuto dalla stessa. Ora c'è una delibera che dice tutto il contrario poiché mancano le risorse necessarie. Avevamo già detto durante la campagna elettorale riguardo la questione delle scogliere che avremmo cercato di non farne una lotta politica e che eravamo disposti a fare un fronte unito se ci fosse stata la possibilità di risolvere questo problema. Sinceramente mi sarei aspettato delle scuse da parte dell'amministrazione comunale e del sindaco in particolare sul fatto di aver buttato sette milioni di euro per portare avanti un progetto completamente fallimentare.Invece Franchellucci si è trovato quasi vittima del progetto e ha cercato di rimediare buttando in mare altri soldi."
Continua: "Nonostante tutto però le sue dichiarazioni di ieri sono state coraggiose perché attacca a mio parere in maniera delicata il suo partito quando afferma l'opposto di quanto si evince dal decreto e assicura che gli stabilimenti balneari non pagheranno. Il contenuto del decreto non lascia dubbi, dice chiaramente che si va ancora a chiedere ai concessionari di spendere altri soldi nonostante sono stati vessati da scelte pregresse dell'amministrazione davvero drammatiche."
Famiglini conclude "Il problema delle scogliere come ho sempre affermato non è di parte riguarda tutti indipendentemente dalla fede politica. Ma a questo punto non resta che sognarle visto che come ha dichiarato la Regione a stampo PD non ci sono soldi neanche per un intervento temporaneo." Tocca poi a Lucentini chiarire la posizione della Lega in merito: "Non c'è cosa peggiore quando si ha un incarico amministrativo politico di dire che la colpa può essere del tecnico.
Il cittadino non vota il tecnico ma vota il politico ed il tecnico traduce le decisioni politiche in atti amministrativi e nel decreto in questione emanato dalla Regione Marche è specificato:
- si raccomanda inoltre il Comune di valutare le quote di finanziamento degli interventi tra pubblico e privato (Concessionari);
- ricevere dai Concessionari una fideiussione del valore di almeno tre volte il costo delle opere a garanzia degli eventuali danni che le suddette opere potrebbero arrecare a terzi o alle infrastrutture pubbliche. Non devo aggiungere altro...
La Regione deve rispondere su questa cosa, devono dirci cosa intendono fare e noi ne prendiamo nota. Franchellucci è un sindaco che si trova tra l'incudine ed il martello poiché da una parte deve tutelare gli interessi degli stabilimenti balneari e dall'altra appartiene ad un partito che sta facendo danni a livello regionale. Il probema Franchellucci ce l'ha in casa. Il sindaco fa bene a denunciare il problema ma non è credibile quando dice che la politica non sapeva poiché il tecnico è soltanto l'esecutore dell'atto politico."
Chiude dicendo: "Aspettiamo un chiarimento della Regione in mancanza del quale i nostri consiglieri presenteranno un'interrogazione."


di Keti Iualè
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 29-10-2018 alle 12:30 sul giornale del 30 ottobre 2018 - 2372 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZSc





logoEV
logoEV