Basket: Malloni all’ultimo respiro, Teramo ko 79-75Malloni all’ultimo respiro, Teramo ko 79-75

3' di lettura 29/10/2018 - Altro giro altro stillicidio di emozioni per una Malloni che torna al successo dopo le brucianti sconfitte tutte sul filo del rasoio con Giulianova e Fabriano.

Copione quasi identico anche per la quinta di campionato se non fosse per l'epilogo finalmente gioioso che premia il coraggio ed il cuore dei biancoazzurri mai domi neanche dopo aver subito una rimonta pazzesca che da +16 li ha fatti precipitare a -6. Coach Schiavi lancia in quintetto Rosettani e deve rinunciare almeno all'inizio all'acciaccato Romani. Teramo, guidata dall'ex coach elpidiense Domizioli, trova nella verve del solito Marchetti e nell'ispirato Aromando i punti e l'energia per chiudere avanti il primo parziale (17-19).
P.S.Elpidio si scuote ed ingrana la quarta nei secondi dieci minuti: dopo il +6 Teramo firmato Pavicevic ecco il parziale di 20-0 tutto a tinte biancoazzurre. Giammò, Marchini, Mazic e Divac trovano tutti con facilità la via del canestro e Malloni che vola sul +14 (49-25) prima di chiudere il quarto addirittura sul +16 (43-27). Inerzia decisamente a favore degli elpidiensi che però viene interrotta dall'intervallo lungo il quale riconsegna al parquet un Teramo nettamente diverso: controbreak ospite di 12-0 e abruzzesi nuovamente a contatto (43-39), la bomba di Marchini e cinque punti consecutivi di un Giammò in spolvero restituiscono il vantaggio in doppia cifra ad una Malloni che chiude alla penultima sirena avanti di 10 (56-46).
Teramo però è più viva che mai: entra in partita La Gioia ed ospiti nuovamente a -4 (56-52), la bomba di Cinalli ricaccia l'Adriatica Press a -7 (59-52) ma l'inerzia è tutta dalla parte dei teramani che agganciano la parità a 6' dal termine con la tripla sempre di La Gioia. Malloni in balia dell'avversario, è ancora la coppia Marchetti-La Gioia a scavare il massimo vantaggio Teramo (59-65). Una tripla di Mazic ferma l'emorragia biancoazzurra, Cinalli sempre dall'arco riporta P.S.Elpidio a -2 (65-67). E' proprio però la serata di Armin Mazic prezioso prima siglando la parità (67-67) e decisivo poi nel riportare avanti i suoi con la tripla del 71-70 a 1'12" dal termine. Aromando con 49" da giocare spinge i suoi sul +1 (70-71), Mazic subisce fallo su tiro da tre punti e dalla lunetta fa 3 su 3.
Matteo Fabi non sente la pressione dell'ex ed è gelido a cronometro fermo: 73-73 a 36" dal traguardo. La tripla di Divac fa esplodere il Palas di Via Ungheria, Marchetti non smette di crederci e firma il 76-75 mentre ancora Divac dalla lunetta stavolta fa metà del proprio dovere (77-75). Fabi potrebbe condannare la sua ex squadra ma la tripla della vittoria si spegne sul ferro. Finisce 79-75 con i due liberi di Mazic autore di 20 punti e della sua migliore prestazione stagionale. Squadra che non muore mai la Malloni che sale a quota 4 in classifica e che domenica scenderà a Pescara in casa della corazzata Unibasket.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2018 alle 15:35 sul giornale del 30 ottobre 2018 - 305 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, porto sant'Elpidio, porto sant'elpidio basket

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZSD