Vivere le Storie: Deborah Genna e il circoletto

2' di lettura 28/10/2018 - Allarghiamo gli orizzonti questo week-end fino alla mitica Toscana per ritornare immediatamente nella patria della calzatura: conosciamo meglio chi ha scelto di vivere a Montegranaro.

Presentati...

“Sono nata a Firenze ben cinquantatre anni fa. Nella vita sono stata un commerciale puro, di quelli che hanno girato l'Italia in lungo e in largo.”

Come sei giunta allora nelle Marche e quali sono i collegamenti?

“La vita porta vari cambiamenti e la mia non è stata da meno, anzi; quello per ora importante col quale mi riallaccio al discorso, è quando il 21 novembre del 2017 la mia amica marchigiana Daniela venendo a Siena a festeggiarmi, riceve la telefonata che un circolo di sua proprietà chiudeva.
Nei giorni precedenti ero stata licenziata dalla mia vecchia ditta dopo svariati anni di onorato servizio e parlando dell'accaduto con la mia amica, mi è venuta l'idea di rivoluzionarmi di nuovo.”

Quindi l'idea del Circoletto?

“Esattamente, ho fatto due più due ed eccomi qua. Ho preso i miei tre bassotti e il mio coraggio ed è nato il Circoletto. A me si sono aggiunti mia nipote Barbara e il marito Dario, chef di qualità che ha scelto la vita marchigiana. “

Cos'è e come mai l'affiliazione Auser?

“Semplicemente un ex circolo Arci che si trova ovviamente a Montegranaro che ho ristrutturato e rimodernato, uno spazio ricreativo per associati in cui incontrarsi, chiacchierare, scambiarsi opinioni e ritrovarsi perchè no. Auser invece è stata una scelta di “cuore”, visto che mia mamma è associata a Viareggio da moltissimi anni e vedendola invecchiare serena in quella struttura, ho pensato di continuare da lì la mia avventura”.

Cos'è Auser?

“Auser è una associazione di volontariato e di promozione sociale, impegnata nel favorire l’invecchiamento attivo degli anziani e valorizzare il loro ruolo nella società.
La nostra proposta associativa è rivolta in maniera prioritaria agli anziani, ma è aperta alle relazioni di dialogo tra generazioni, nazionalità, culture diverse. “

Come ti stai trovando in terra fermana? La gente risponde in modo positivo alla novità?

“C'è molta differenza devo dire tra Toscana e Marche, si dice simili dal punto di vista morfologico ma forse non troppo da quello culturale. Qui per Circolo forse s'intende il ritrovarsi per un gioco da tavolo (carte od altro), prettamente maschile. Da Maggio ad oggi sono riuscita ad avvicinare delle donne alla mia realtà, creando corsi di ginnastica, cene sociali, serate di ballo liscio ma ancora le presenze non sono eccezionali. “

Novità in vista?

“Non mi arrendo e continuo con tombola, ballo, karaoke, cene, corsi vari, burraco ed altro ancora. Ce la farò. “

Buon lavoro a voi tutti.


di Marco Squarcia
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 28-10-2018 alle 12:30 sul giornale del 29 ottobre 2018 - 2293 letture

In questo articolo si parla di attualità, marche, Montegranaro, auser, circoli, articolo, life e piace a squazo87

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZQb