Porto Sant'Elpidio: grande successo per la conferenza di Silvestro Montanaro

3' di lettura 27/10/2018 - Ieri sera, a Villa Baruchello, si è svolto l'incontro, organizzato dall' Associazione Aloe, con il grande giornalista Silvestro Montanaro. Il tema della conferenza è stato incentrato sul continente africano e l' immigrazione e il giornalista ha portato luce su argomenti importanti e scottanti.

Silvestro Montanaro, giornalista d'inchiesta, da sempre in prima linea per la difesa dei diritti umani e sopratutto della dignità di tutti coloro che spesso non hanno voce, durante la conferenza che si è tenuta ieri, a Villa Baruchello, incentrata sul tema dell' Africa e dell'immigrazione, ha fatto un'attenta analisi della situazione italiana ed Internazionale riguardo a questa importante tematica.

Il fenomeno migratorio, di cui siamo tutti testimoni, non è un fatto isolato, ma una realtà che ci riguarda e che dovrebbe muovere le nostre coscienze ad interrogarsi sulle vere cause e sui veri protagonisti di questa situazione.

Il continente Africano, ad oggi non è uno Stato libero e nonostante le grandi risorse di cui dispone è costretto a vivere in miseria e in povertà,assoggettato agli equilibri Internazionali delle grandi potenze Europee e non soltanto.

In Italia, gli immigrati presenti nel territorio sono meno che in altri paesi Europei e nell' ultimo anno e mezzo l'ondata di arrivi è rimasta stabile; il flusso degli sbarchi è partito in concomitanza, con la guerra in Libia, un conflitto che ha penalizzato il territorio Africano ed ha riportato all'attenzione di tutti, le atrocità avvenute nei confronti della popolazione, donne, uomini, bambini: nessuno ha scampo dai crimini di guerra.

Così molti spinti dalla disperazione e dal desiderio di ricostruirsi una vita, decidono di partire, affrontando viaggi in condizioni durissime e sempre più spesso, alcuni durante il tragitto, non riescono ad arrivare alla meta.

Tutti siamo testimoni di questi avvenimenti, ma spesso non ci chiediamo chi siano i veri protagonisti di questo scenario; gli equilibri Internazionali, hanno un peso determinante in questa situazione: in Libia la popolazione spesso viene tenuta in microprigioni per essere torturata, venduta,stuprata.

E' lecito chiedersi se sia giusto lasciarli in quel contesto o accoglierli per dare nuova speranza.

Stiamo vivendo un momento storico in cui la verità viene detta solo in parte; in cui all'opinione pubblica viene spesso detto, che l'immigrazione costa molto, che porta via lavoro e che c è una vera invasione che va controllata e gestita nel miglior modo possibile; ma la verità forse non è così scontata e semplice come sembra.

Durante la conferenza, Montanaro ha citato il diritto alla felicità di cui tutti dovremo godere, che tutti noi dovremo perseguire e custodire in ogni modo possibile e in ogni ambito della nostra vita, non solo privata, ma anche sociale e professionale; pensando al modello tedesco ad esempio, si può notare, come siano stati ridotti gli orari lavorativi settimanali per consentire di avere più tempo libero a disposizione; e invece questa realtà non è ancora applicabile in molti altri contesti, compreso il nostro.

L'analisi del giornalista sulla società odierna tocca tematiche sociali rilevanti che molto spesso tralasciamo in secondo piano, ma in realtà, costituiscono la base di ogni società civile e democratica, il diritto alla felicità, all'uguaglianza e a pari opportunità per tutti gli individui può essere perseguito soltanto se tutti seguiamo la stessa direzione.

Lottare per la felicità non può essere mai sbagliato.






Questo è un articolo pubblicato il 27-10-2018 alle 09:06 sul giornale del 29 ottobre 2018 - 774 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, Barbara Palombi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZO2





logoEV
logoEV