L'Angolo della Psicologa: “Meglio separarsi o rimanere insieme?”

3' di lettura 28/10/2018 - Quando non è più auspicabile una riconciliazione tra partners e una vita in armonia, è bene soffermarsi a riflettere e analizzare tutti i dettagli della situazione

Sempre più spesso capita di assistere a dei colloqui con dei genitori che si presentano come antagonisti piuttosto che come coppia, in realtà sono degli estranei che vivono sotto lo stesso tetto e dicono di farlo per Il bene dei loro figli, perché ancora sono piccoli e si vuole proteggerli dal trauma della separazione fisica ed emotiva, evitargli che percepiscano la paura dell’abbandono, un senso di rifiuto e di colpa. Potrebbe sembrare tutto giusto, ma restare insieme sulla base di un coinvolgimento oramai esausto, significa privare i figli della possibilità di apprendere un esempio di amore nella vita matrimoniale, in un contesto estremizzato da azioni di simulazione di una serenità inesistente, quando in realtà il nido familiare diventa un campo da guerra dove regnano tensioni e in alcuni casi, i violenze verbali e fisiche.
Quando non è più auspicabile una riconciliazione tra partners e una vita in armonia, è bene soffermarsi a riflettere e analizzare tutti i dettagli della situazione. Il clima di tensione o non amore tra due genitori, elementi essenziali e simbolici per un figlio, rappresentano, per il bambino o ragazzo che sia, degli eventi traumatici che si porterà sempre nel suo vissuto, se non vengono ben gestiti. Purtroppo possiamo essere i migliori educatori al mondo ma è difficile assai, essere educatori di noi stessi, per cui gestire le sofferenze di un bambino che vive la litigiosità costante tra due genitori e saper gestire la propria emotività per non far trasparire emozioni negative e conflittuali, è assai arduo, se non impossibile, e con il tempo rischia di creare danni irreparabili! Le modalità comunicative, positive o negative, amorevoli o conflittuali che siano, utilizzate nella relazione di coppia vengono registrate dal bambino che ne subirà un imprinting, per cui vivere in un ambiente dove l'affetto viene simulato e forzato, significa far emergere nell'individuo in fase di crescita, un'idea errata di relazione che potrebbe in futuro, quando cioè sarà adulto, ricercare nei rapporti interpersonali. Quando non si è più in grado di arrivare a mantenere in casa un clima tranquillo, diventa necessario pensare che forse l’unica soluzione è la separazione.
La separazione non va necessariamente considerata in modo negativo, perché non si può pensare che i figli dovranno pagare le conseguenze in una famiglia dove gli equilibri di amore e del quieto vivere sono stati stravolti. Se i coniugi continuano su questa strada il rischio è di trasmettere un’idea di matrimonio e di famiglia distorta. Ricordate, per ognuno di noi la propria famiglia è un imprinting, e il bambino prima assorbirà passivamente questi modelli di vita coniugale errati, poi da adulto tenterà di emulare quegli stessi comportamenti, visti, percepiti e vissuti.
La cosa importante è non considerare la separazione necessariamente in modo negativo. I figli possono soffrire e pagare le conseguenze di una famiglia non separata in cui gli equilibri di amore e del quieto vivere sono stati stravolti.. E’ facile che verrà trasmessa loro un'idea di matrimonio e di famiglia distorta; per ognuno la propria famiglia è un imprinting e un simbolo fondamentale.
La separazione, spiegata e comunicata con le giuste modalità, potrà invece essere un grosso insegnamento di vita per i propri figli; a volte, nella vita, le aspettative vengono disattese e bisogna effettuare scelte che possono contrastare determinati schemi culturali. Se da soli non si è in grado di gestire una simile problematica, occorre riconoscerlo e chiedere aiuto.






Questo è un articolo pubblicato il 28-10-2018 alle 13:48 sul giornale del 29 ottobre 2018 - 3064 letture

In questo articolo si parla di psicologia, cultura, porto san giorgio, coppia, educazione, figli, vita di coppia, separazione genitori, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZQc





logoEV
logoEV