Basket: Derby amaro, il cuore Malloni non basta. Fabriano vince 69-67

2' di lettura 25/10/2018 - Terza sconfitta in quattro gare per P.S.Elpidio che a Fabriano mostra cuore ed attributi che purtroppo non bastano. A portare via i due punti sono i padroni di casa spinti dal talento del match winner Paparella e dai canestri di Dri bravi e decisivi nei momenti chiave

Ce l'ha messa tutta la Malloni che sulla falsa riga del match con Giulianova ha sofferto, si è rialzata ed ha avuto la concreta possibilità di portare a casa una vittoria che avrebbe ridato slancio e morale nella corsa alla salvezza. Squadra viva e vegeta quella di coach Schiavi che parte però facendo tanta fatica a trovare conclusioni pulite: alla prima sirena Fabriano avanti di 9 (20-11) sorretta oltre che dal calore del PalaGuerrieri dai canestri di Gatti.
La scossa nella seconda frazione quando Romani e compagni tornano a contatto con un avversario ora non più così in controllo di una gara che cambia: dopo essere sprofondata a -11 (31-20) la Malloni si scuote e con un parziale di 12-2, dove brilla un ispirato Giammò, riapre definitivamente la disputa. All'intervallo padroni di casa avanti 34-32.
La pausa lunga rimotiva Fabriano che allunga subito sul +8 (42-34), P.S.Elpidio non crolla, anzi resta aggrappata al match grazie ad una maggiore intensità difensiva: Marchini e Divac riportano i biancoazzurri sul -1 (49-48) prima di chiudere il penultimo parziale sotto di 2 (51-49). All'alba degli ultimi dieci giri di lancette è sorpasso Malloni grazie ai due punti di Romani (53-54), Fabriano riscappa sul +4 (58-54) con il solito Paparella.
Porto Sant'Elpidio ancora in vita con la tripla di Mazic e il sottomano di Torresi che permette ai suoi di tornare avanti (58-59). Ormai è gara senza esclusione di colpi: tripla di Gatti per il +2 Fabriano, contro tripla di Mazic per il nuovo sorpasso elpidiense, Thiam con canestro più fallo ricaccia la squadra dell'entroterra sul 64-62, missile di Giammò e contropiede di Mazic per il +3 Malloni (64-67) a 1'27" dalla fine. Sembra la serata giusta per i biancoazzurri ma è una tripla dall'angolo di Dri a riportare il match in parità (67-67). Marchini avrebbe la palla per il nuovo vantaggio elpidiense ma la sua conclusione non è fortunata, ci pensa così Paparella che in penetrazione trova il colpo del ko.
Finisce 69-67 con l'ultimo tiro di Cinalli sputato dal ferro. Tanta amarezza in casa elpidiense ma anche la consapevolezza di potersela giocare fino in fondo, la squadra è viva e domenica al Palas di Via Ungheria contro Teramo bisognerà assolutamente invertire la rotta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2018 alle 18:12 sul giornale del 26 ottobre 2018 - 222 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, porto sant'Elpidio, porto sant'elpidio basket

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZLZ





logoEV
logoEV