S.Elpidio a Mare: Da novembre a maggio a lezione con Scuola Lagrù

3' di lettura 12/10/2018 - L’Associazione lancia il primo Corso multidisciplinare di tecniche teatrali.

Comicità e umorismo al centro di Scuola Lagrù, il primo Corso multidisciplinare di tecniche teatrali che l’Associazione Lagrù avvierà dal 7 novembre fino a maggio 2019.
Le lezioni si terranno il mercoledì dalle 21 alle 23 all’Auditorium Giusti di Sant’Elpidio a Mare: “La Scuola Lagrù è l'assoluta novità di quest'anno – annuncia il Presidente Lorenzo Palmieri - rappresenta in pieno lo spirito della nostra associazione, formata da professionisti che operano su diversi linguaggi e tecniche teatrali. Abbiamo strutturato un percorso a tutto tondo, in cui non ci si annoierà di certo, per offrire ai partecipanti uno spaccato ricco e variegato sul mondo del teatro”.
Lagrù lancia dunque un percorso formativo di ampio respiro, riguardante i diversi linguaggi teatrali e incentrato principalmente su comicità e umorismo. Il corso è aperto sia a chi si approccia per la prima volta al mondo del teatro e vuole mettersi in gioco, sia a coloro che hanno già una formazione di base e intendono approfondire alcuni aspetti, oltre a insegnanti che sono alla ricerca di un tipo di formazione non tradizionale, che passa dall’uso di tecniche teatrali.
“Scuola Lagrù prevede 4 lezioni da 2 ore ciascuna per ogni materia prevista, per un totale di 48 ore – spiega Palmieri - al termine del percorso ogni studente potrà scegliere una o più materie da approfondire direttamente con l’insegnante, preparando una performance che verrà presentata al pubblico come saggio finale”.
Oberdan Cesanelli e Stefano Leva terranno le lezioni di “Espressione teatrale”, attraverso le quali si conoscerà la molteplicità dei linguaggi teatrali, esplorando le possibilità comunicative a disposizione di un attore. “Utilizzo attivo e propositivo dell’umorismo” è il percorso proposto da Piero Massimo Macchini, in cui si utilizzerà il pensiero positivo per affrontare situazioni di stress con equilibrio, calma e consapevolezza, favorire il rilassamento e la concentrazione, migliorare la comunicazione interpersonale, l'autostima e la conoscenza interiore.
“La parola teatrale” sarà il ciclo di lezioni con Cesare Catà, percorso ermeneutico tra i personaggi di Shakespeare, Sofocle, e di alcuni drammaturghi contemporanei, con l’obiettivo di strutturare un proprio monologo originale.
A Lorenzo Palmieri è affidata la cattedra di “Teatro di figura”, corso che indagherà le tecniche di manipolazione di burattini, pupazzi e oggetti, le loro capacità espressive e il rapporto fra figure e attori, con uno sguardo rivolto sia alla cultura tradizionale che ai linguaggi contemporanei e sperimentali. Michele Gallucci si occuperà invece di “Improvvisazione teatrale”, attraverso cui sviluppare ascolto, il sapersi muovere in scena da soli e in gruppo, velocità di risposta agli input, monologhi, mimica, equilibrio e scene teatrali.
Nella Scuola Lagrù spazio anche a “Magia e Prestigiazione” con Lorenzo Berdini, con cui esplorare le basi dei giochi di magia e prestigiazione, con particolare attenzione alla creazione di una narrazione comica per stupire il pubblico di tutte le età.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2018 alle 11:03 sul giornale del 13 ottobre 2018 - 457 letture

In questo articolo si parla di cultura, teatro, ragazzi, Sant'Elpidio a Mare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZjE





logoEV
logoEV