Vivere La Musica: Irish Five, l’Irlanda approda nel fermano

5' di lettura 14/07/2018 - Nati nel 2013, gli Irish Five rappresentano l’unica band rock irlandese del fermano; hanno già diversi riconoscimenti all’attivo e grandi progetti per il futuro.

Cinque ragazzi, musicisti, talentuosi, con una grande amicizia che li unisce e una passione in comune: l’Irlanda. Nascono su queste basi gli Irish Five, unica band rock irlandese del fermano. L’ispirazione per la loro musica proviene dalle sonorità di ballad irlandesi, dall’irriverente rock dei Flogging Molly e dai gruppi che hanno fatto la storia della musica irlandese, come i The Dubliners, The Pogues e i grandi Irish Rovers. I componenti della band hanno alle spalle anni di esperienza maturata passando attraverso generi diversi, e calcando moltissimi palchi, dai piccoli pub, alle piazze e i teatri. Al basso troviamo Marco Gallucci, fermano, classe 1986. Fin da piccolo si è avvicinato alla musica grazie al papà. Inizia il suo percorso musicale nel 2006, con la chitarra acustica, da autodidatta. Nel 2007 intraprende gli studi con il Maestro Filippo Gallo, per due anni, che gli insegna ad usare anche il cuore, oltre alla tecnica. L’influenza folk arriva dopo un viaggio illuminante in Irlanda, avvenuto nel 2008. Successivamente, dopo vari esperimenti poco fortunati, in gruppi fatti e poi disfatti, nel 2011 approda nei Senza Meta, coverband ufficiale dei Nomadi. Nel 2013 avviene l’incontro casuale con Cristiano e Michael e insieme a loro getta le basi per gli Irish Five, con i quali inizia a cimentarsi anche con il basso. Alla chitarra Sauro Catalini, anche lui fermano, classe 1972. Sauro, grazie ad una famiglia numerosa, si abitua ad ascoltare brani di generi completamente diversi tra loro, fin dalla tenera età. Un mix particolare che lo ha portato a capire come la musica sia pura emozione. Fin da piccolissimo cerca di riprodurre tutto ciò che ascolta, con l’ausilio di tastiere giocattolo, pur non avendo nessuna nozione musicale. Lo studio della chitarra inizia nel 1985, grazie al Professore Alfredo Pirri. Sauro si esibisce live dagli inizi degli anni ’90, con il suo primo gruppo, gli Strada Nova. Nel 1995 frequenta il corso del Maestro Walter Vincenzi, e nel 1998 si perfeziona con il Maestro Gianfranco Continenza, del Musician Institute G.I.T. Los Angeles. Giulia Saudelli è la splendida voce degli Irish Five. Classe 1991, la musica è il filo conduttore di tutta la sua esistenza. Ha sempre amato cantare qualsiasi cosa, purché raccontasse una storia, e fosse pregna di vita. Artista a tutto tondo, Giulia è anche pittrice ed illustratrice. Cuffie alle orecchie e mani sporche di vernice sono il suo segno distintivo. Non si definisce una cantante professionista, ma da sempre cercava un gruppo con cui condividere la sua grande passione per la musica. Alla batteria troviamo Michael Emanuel Sagripanti, che ricorda l’Irlanda anche per il colore della sua lunga e folta barba. Classe 1992, elpidiense, Michael suona per la prima volta la batteria a 3 anni. I genitori gliene regalano una giocattolo, ma dopo i primi entusiasmi, come capita a molti bambini, la accantona. Lo strumento cade nel dimenticatoio fino a quando Michael ha 13 anni. Un professore infatti, vista la sua grande attitudine, lo scelse per formare una band. Michael inizia così a frequentare la scuola di batteria con il Maestro Andrea Rabuini, accrescendo tecnica e passione. Negli anni ha maturato esperienza live e amore per la musica celtica, che lo hanno condotto agli Irish Five. Al violino e al bouzouki troviamo Cristiano Andrenacci, che già intorno ai 3 anni fingeva di suonare il violino usando una scopa come strumento. Assecondato dalla mamma, studia musica dai 6 ai 13 anni, per poi accantonare questa passione durante l’adolescenza. Per 15 anni la musica non ha più fatto parte della sua vita, fino a che, spronato da un amico, non ha ripreso in mano il suo violino. Non sa leggere lo spartito, ma mosso dalla passione si è lasciato travolgere nuovamente dalla musica. Insieme a Marco e a Michael ha deciso di tuffarsi nell’avventura degli Irish Five. In tutti questi anni ha lavorato da artigiano, e con la sua conoscenza e abilità, oggi costruisce personalmente i suoi violini, cercando di espandere questo mercato. Parliamo indubbiamente di un gruppo di veri artisti, che in questi anni ha già raccolto delle belle soddisfazioni. A partire dalla vittoria conquistata all’European Celtic Contest di Montelago, nel 2016. Nel 2017 producono per tre inediti: Max, Mountain Field, e Hammerfist. Quest’ultimo è anche il protagonista di un loro bellissimo videoclip, girato in una villa nel Comune di Rapagnano. Il video ha raggiunto quasi le 9000 visualizzazioni. Sempre nel 2017 esce il loro primo album, Uisce, raccolta di brani presenti nella loro scaletta. Nel 2018 gli Irish Five sono stati il gruppo più votato del Tris Kell Celtic Festival di Trieste, e hanno partecipato alle selezioni di Sanremo Rock 2019. Stanno attualmente lavorando ad un nuovo album di inediti e ad una rivoluzione del gruppo, di cui non vogliono ancora svelare i dettagli. Nell’immediato futuro potremo ascoltare gli Irish Five, live, il 20 luglio a Civitanova Marche e il 21 a Macerata. Per tutti i dettagli e le altre date del tour, potete seguire la band attraverso la sua pagina facebook ufficiale.


di Giuseppina Gazzella
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 14-07-2018 alle 06:18 sul giornale del 16 luglio 2018 - 2414 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, marche, vivere fermo, provincia di fermo, notizie, articolo, giuseppina gazzella

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWz0

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere la Musica





logoEV
logoEV