Slow Food nuovo direttivo del Fermano

2' di lettura 27/03/2018 - Si apre il 2018 per la condotta Slow Food del Fermano che ha chiamato a raccolta i soci per l'Assemblea annuale, in occasione della quale è stato eletto il nuovo Direttivo della Condotta che continuerà i progetti nei prossimi quattro anni.

Ad introdurre la serata di Domenica 25 Marzo presso il Didacus Ristorante-Pizzeria, l'ex Fiduciario Luigi Silenzi che ha raccontato i tanti progetti ed eventi organizzati in questi anni legati al cibo, all'enogastronomia e eall'ambiente.
Dopo aver votato il bilancio 2017 l'Assemblea dei soci ha prodotto una bella discussione che ha affrontato diverse tematiche legate al nostro territorio, in particolare diversi interventi si sono incentrati sull'importanza della tutela del male e valorizzazione delle aree marine. Otre 40 persone hanno alimentato il dibattito concluso dal Presidente di Slow Food Marche Ugo Pazzi che si è sull'importanza dell'istruzione
<L’accesso alla conoscenza è un diritto di tutti, i saperi e le competenze tradizionali devono avere la stessa dignità di quelli accademici. Solo persone informate e consapevoli possono operare scelte libere, ponderate e ragionate>
Prima di iniziare la cena degustazione con un menù veramente eccezionale che prevedeva diverse portate con abbinamenti importanti e presidi certificati dello Slow Food associati con prodotti del nostro territorio, l'Assemblea ha eletto il nuovo direttivo composta da 14 persone in parte già facenti parte della condotta in parte con nuove forze che hanno dato la disponibilità ad aiutare il proseguimento dei progetti dello Slow Food in questo mandato.
Il nuovo direttivo della Condotta Slow Food del fermano è composto da Paolo Concetti eletto nuovo fiduciario, Luigi Slienzi, Caternia Scibè, Michele Di Ruscio, Enrico Guzzo, Barbara Marzialetti, Claudio Speranzini, Sara Benigni, Marco Simoni, Annalinda Pasquali, Tonino Del Moro, Vissia Lucarelli, Andrea Bracalente e Antonella Romagnoli. Il nuovo Fiduciario del Fermano eletto Paolo Concetti, felicie e orgoglioso per questo importante ruolo afferma con soddisfazione
< Sono convinto che le nostre scelte quotidiane, a partire dalla tavola, possono contribuire a cambiare il mondo, e sono proprio i piccoli gesti che ognuno di noi compie più volte al giorno il primo e più importante strumento che Slow Food vuole realizzare. Un grazie a chi mi ha sostenuto e al nuovo gruppo del Direttivo che mi affiancherà in questo percorso nei prossimi anni>
Tante idee e tanti progetti per il futuro, primo fra tutti appuntamento per lo Slow Food day, serata evento con proiezione del Film “Petit Paysan” presso il SUPER8 di Fermo venerdì 6 Aprile alle ore 21.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-03-2018 alle 23:11 sul giornale del 28 marzo 2018 - 413 letture

In questo articolo si parla di attualità, slow food

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aS7l