Giorgio Iachini e i 50 anni di attività

2' di lettura 22/12/2017 - Un’istituzione per la CNA, un testimone prezioso per le nuove generazioni

Sono giorni di festa per il calzaturificio Giorgio Iachini di Porto Sant’Elpidio: 50 anni di attività rappresentano un traguardo importante. Anche se per il suo fondatore, in realtà, sono un nuovo punto di partenza, con l’azienda in mano ai due figli e in procinto di trasferirsi nella nuova sede.
“Ringrazio la CNA perché mi ha dato la possibilità di fare quello che sognavo – dice Iachini – incontrare gli artigiani, far partire un dialogo con loro e formarmi, facendomi crescere, non solo come imprenditore. L’impegno è stato tanto, ma sono soddisfatto dei risultati raggiunti: oggi ho passato le consegne ai miei figli, ma loro sanno che gli sarò sempre vicino per aiutarli”.
Per il Direttore Generale Alessandro Migliore “Giorgio Iachini è la CNA. Da quando è iniziata questa avventura per me è stato sempre un punto di riferimento e per chi ama la CNA è un'istituzione. Ha rinunciato al suo tempo per far crescere un'associazione che si occupa delle esigenze di quel mondo che Iachini, ancora oggi, fa fatica a lasciare. Lo ha sempre fatto senza ricevere alcun compenso e adesso è impegnato a seguire la categoria dei pensionati, come fosse ancora il suo primo giorno in associazione”.
“Il mondo della calzatura – ricorda il presidente CNA Paolo Silenzi - vive un momento non facile: siamo convinti che grazie alla presenza, l’esperienza e la saggezza di imprenditori come Giorgio Iachini abbia tutte le carte in regola per risollevarsi. In CNA non possiamo fare altro che ringraziarlo per quello che ha fatto e continua a fare, con entusiasmo e mettendoci tutto se stesso”.
“Iachini è un uomo concreto – afferma il Direttore di Fidimpresa Marche di Fermo Massimo Capriotti – che ha capito prima di altri quanto fosse importante fare squadra per raggiungere gli obiettivi. Nel 1974 insieme ad altri piccoli imprenditori fonda la cooperativa artigiana picena di garanzia, un progetto che anticipa di anni uno strumento indispensabile per le aziende e lo sviluppo della piccola impresa, una struttura che oggi conta 26 mila imprese. Con lungimiranza, ha puntato tutto sulla qualità di un saper fare che trasmette da sempre con amore e passione, insegnandoci a non dire mai che qualcosa è impossibile”.
“Giorgio – concludono Silenzi, Migliore e Capriotti - è una forza della natura da cui c'è ancora molto da imparare: in CNA ce lo teniamo stretto, augurandogli almeno altri 50 anni di attività”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-12-2017 alle 16:50 sul giornale del 23 dicembre 2017 - 665 letture

In questo articolo si parla di attualità, Cna Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQac





logoEV
logoEV