L'Icubed Pedaso batte la Virtus Porto San Giorgio e torna alla vittoria

3' di lettura 17/12/2017 - Torna alla vittoria l'Icubed Pedaso che, dopo le due sconfitte maturate nel doppio turno esterno ad Ancona e a San Benedetto, piega senza eccessivi problemi la Virtus Porto San Giorgio, fanalino di coda del torneo ancora a caccia della prima vittoria stagionale.

Pedaso, guidata per l'occasione in panchina dal vice Claudio Saccoccia (coach Ionni doveva infatti scontare la prima delle due giornate di squalifica ricevute in seguito all'espulsione rimediata a San Benedetto), ha subito preso in mano la partita nei primissimi minuti e l'ha poi controllata agevolmente fino alla fine nonostante la buona prestazione della giovanissima formazione ospite che, grazie soprattutto alle prodezze balistiche di uno scatenato Alvear, è riuscita a mantenere sempre il distacco su proporzioni più che dignitose.
Per Pedaso è stato un buon test, utile per ritrovare immediatamente il feeling con la vittoria in vista dell'ultima, importantissima partita del girone d'andata e dell'intero 2017, quella di mercoledì sera a Recanati contro una squadra in grande spolvero, che si presenterà alla sfida con una striscia aperta di quattro vittorie in fila e gli stessi punti in classifica (14) dell'Icubed. Pedaso ritrova Valentini dopo il turno di squalifica osservato sabato scorso a San Benedetto e così coach Saccoccia può schierare fin dall'inizio il quintetto abituale, quello con Mosconi, Ortenzi, Tombolini, capitan Di Angilla e il pivot ex Falconara e Civitanova.
Dall'altra parte Sansovini risponde con Tizi, Alvear, Grossi, Shodipo e Mizens. Pedaso parte subito con il giusto approccio alla gara e in men che non si dica ha già 4 triple a referto: Valentini, Tombolini e due volte Ortenzi colpiscono infatti dai 6,75 m e dopo appena due minuti e mezzo il vantaggio dell'Icubed è già in doppia cifra (12-2). L'inglese Shodipo segna i primi punti della sua partita sul canestro e fallo che vale il -7 ospite (14-7), ma nell'occasione si fa male al ginocchio ed è costretto ad abbandonare provvisoriamente la contesa (rientrerà solamente nel terzo periodo). Senza la principale bocca da fuoco degli avversari Pedaso allunga fino al +13 (20-7) e chiude il quarto avanti di 12 lunghezze (22-10).
La Virtus, però, non ci sta e per buona parte del secondo parziale risponde colpo su colpo ai padroni di casa. Nel finale di quarto, però, l'Icubed, con Ortenzi e l'ex di turno Tombolini sugli scudi (autori rispettivamente di 11 e 15 punti nei primi 20 minuti), allunga ulteriormente e scollina per la prima volta oltre le 20 lunghezze di scarto (46-24 il punteggio all'intervallo lungo). Dagli spogliatoi, però, esce una Virtus convintissima: Alvear suona la carica con tre canestri in fila (saranno 20 i punti della guardia sangiorgese nel solo secondo tempo, con addirittura sei triple), Andrenacci, Grossi e Tizi lo supportano a dovere e Porto San Giorgio mette a referto ben 28 punti nel quarto, riportandosi in un paio di occasioni fino al -15. Pedaso comunque controlla senza affanni e nel quarto periodo riallunga nuovamente, con coach Saccoccia che dà minuti ai più giovani del gruppo, Piergentili, Stampatori e D'Amico, tutti capaci anche di andare a referto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-12-2017 alle 21:31 sul giornale del 18 dicembre 2017 - 612 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, pedaso, icubed pedaso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPY3





logoEV
logoEV