Videx Grottazzolina: match contro Santa Croce

3' di lettura 27/11/2017 - La prima giornata del girone di ritorno pone di fronte alla Videx i Lupi di Santa Croce, vittoriosi nella gara di andata in terra toscana ed al completo, avendo recuperato in extremis anche lo schiacciatore Hage

M&G che di contro si presenta all’importante appuntamento (seconda contro terza) priva di Jordan Richards, vittima di un virus influenzale. Videx in campo, dunque, con Cecato al palleggio opposto a Morelli, Salgado e capitan Fiori al centro, Vecchi e De Fabritiis schiacciatori, Jacopo Brandi e Calistri ad alternarsi nel ruolo di libero. Santa Croce risponde con Ciulli in regia in diagonale a Pereira, Miscione ed Elia centrali, Hage e Colli laterali, Taliani libero.
Nel primo parziale, Wagner inizia a martellare portando avanti i conciari 4-6, Grottazzolina è molto contratta e Colli ne approfitta per allungare 5-9. La Kemas mantiene il vantaggio fino al buon turno al servizio di De Fabritiis propizia, che riavvicina la Videx (17-18). Sul 18 pari Totire cambia in regia (dentro Acquarone), ma Fiori sorpassa con un muro su Wagner, quindi inizia lo show di Cecato, che prima lascia Morelli senza muro poi propizia il tap in di Fiori con un servizio float al veleno (22-20).
Nel finale, la Videx controlla, ed è Colli a regalare il 25-21 alla Videx con un errore al servizio. L'altalena di emozioni continua nella prima fase del secondo set, con difese esaltanti nel campo Videx che innervosiscono i conciari e strappano gli applausi del pubblico locale. Le due squadre procedono a colpi di minibreak in sostanziale equilibrio, finché una serie di errori in attacco degli uomini di Ortenzi regalano a Santa Croce il +5 (11-16).
La Videx accorcia di nuovo le distanze (17-18, mani out di Morelli) e risponde colpo su colpo ai tentativi di allungo degli ospiti, grazie al turno al servizio di Minnoni, che contribuisce a restituire la parità. Nel finale, Acquarone si affida a Wagner, che chiude 23-25. Mette le cose in chiaro la Videx in apertura di terzo parziale, con Vecchi che sigla subito l'ace e Morelli pronto a firmare il primo break (6-2). La Videx può allungare prima con de Fabritiis (10-3, mani-out), quindi i grottesi si permettono il lusso di “doppiare” gli avversari sul 16-8 (vincente l'attacco di Vecchi).
Il finale è tutto di marca Videx, che nonostante l'ingresso in campo di Minnoni per Morelli (infortunio alla spalla per l'opposto pugliese), chiude il set con un perentorio 25-14 e si riporta avanti nel conto dei set. Il quarto parziale si apre con una formazione davvero inedita per Grottazzolina, costretta a ripartire con Minnoni opposto a Cecato, ma i grottesi cercano di gettare il cuore oltre l’ostacolo e mantengono il set in equilibrio fino al 7-7, spinti da Vecchi e Salgado. Wagner porta in vantaggio i suoi con l'ace che vale l'8-10, poi Santa Croce si scioglie e allunga 8-12.
La Videx accorcia di nuovo fino al -1 (15-16), ma la Kemas può tornare a +4 (16-20) senza strafare. Ortenzi tenta il tutto per tutto cambiando la diagonale e inserendo Pison e Gaspari (riadattato opposto), il distacco è però troppo ampio e Santa Croce può portare a casa il set con il punteggio di 18-25.
E' una Videx tutto cuore quella che lotta nel tie-break e che può andare al cambio campo sull'8-6, grazie al mani-out di de Fabritiis. La Kemas si affida al talento di Wagner, e il brasiliano si carica la squadra sulle spalle riportandola in vantaggio 10-9 con un servizio al fulmicotone. Ortenzi prova a cambiare l’inerzia del parziale, ma l’opposto dei toscani è immarcabile. Nonostante tutto, de Fabritiis in rigiocata conquista l'incredibiile parità a quota 13, ma la gara della Videx finisce qui: a chiudere i giochi è un ace di Ciulli, per un 13-15 che grida vendetta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2017 alle 14:33 sul giornale del 28 novembre 2017 - 408 letture

In questo articolo si parla di sport, volley, videx grottazzolina

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPlG





logoEV
logoEV