S.Elpidio a Mare: Ferretti e il suo viaggio alla scoperta della cucina contadina

3' di lettura 21/11/2017 - I Racconti del Piatto e il buon mangiare della tradizione fermana saranno narrati e gustati nella serata di venerdì alla Forneria Totò di Sant’Elpidio a Mare

Venerdì 24 novembre alle ore 20 continua alla Forneria Totò di Sant’Elpidio a Mare il ricco calendario di eventi che ci accompagnerà fino a Natale. Un incontro all'insegna della scrittura e della tradizione enogastronomica della marca fermana. Sarà Roberto Ferretti, autore de I Racconti del piatto.
Viaggio nella cucina contadina del fermano, riedito con nuovi capitoli aggiuntivi dalla casa editrice Zefiro, ad illustrare le tradizioni, i sapori e le storie che si celano dietro il rituale del cibo. Non saranno solo parole, ma coloro che avranno la fortuna di partecipare potranno gustare una cena con gli antichi piatti della nostra tradizione contadina, dal pane di grani antichi in salsa di erbe spontanee ai tajulì pilusi con cime di senape, acciughe ed aglio, dalla zuppa di legumi e cicoria di campo, al lesso in salsa verde per finire con una deliziosa torta alla mela rosa dei Sibillini.
I piatti saranno accompagnati da degustazioni di vini locali ed olio della “marca fermana”. Una cena che ricorda i tempi passati ma che ci consegna l'eredità di una tradizione enogastronomica che è in accordo con il saper vivere e la convivialità nel senso più ampio del termine.
Il libro, infatti, è nato dagli incontri di un gruppo di amici intorno a una tavola imbandita. Un'opera fatta di ricordi, fantasie narrative, approfondimenti storici, tutti aventi come oggetto principe il desinare.
Ed ecco allora com’era il pranzo delle nozze fino a qualche decina d’anni fa nelle campagne fermane, o come si accompagnavano le attività agricole più significative, dalla mietitura alla vendemmia alla raccolta delle olive, con il giusto conforto del corpo attraverso il cibo, e la ritualità della salata che serviva a santificare il porco ed assicurare un’ottima riserva di primizie, e come si regolavano nei loro rapporti di utilizzo delle aree agricole padrone e contadino.
Un libro che è anche un ricettario da cui si è attinto per la cena del 24 novembre guidati in questo viaggio da uno straordinario “gastronauta”, Roberto Ferretti, psicologo di professione, gastronomo per passione.
Il nostro autore si è ispirato alle ricette preparate e realizzate da cuoche provette, in là con gli anni ma di grande esperienza e spirito giovanile, che hanno acquisito sul campo il titolo di chef cucinando nelle cucine delle case contadine, spesso arrangiandosi con ciò che trovavano e aggiustando le dosi a piacere ma sempre con grande armonia ed equilibrio del gusto.
Sarà la Forneria Totò a realizzare alcune di queste ricette concedendo spazio anche alla rielaborazione personale, ma fedele agli antichi dettami.
Una cena per coloro che credono che il mangiare sia un tributo alla memoria, un recupero delle proprie radici e un'occasione privilegiata di convivialità ed affettività.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-11-2017 alle 14:46 sul giornale del 22 novembre 2017 - 725 letture

In questo articolo si parla di cultura, fermo, Zefiro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aO9v





logoEV
logoEV