Vivere lo sport: la Capodarco Casabianca c5

4' di lettura 15/11/2017 - Una rubrica dedicata alle società sportive del territorio? Perchè no! Partiamo con la Capodarco Casabianca calcio a 5, realtà del futsal fermano ormai da parecchi anni attiva. Incontriamo lo storico dirigente Simone Sbattella.

"Quando iniziammo l'avventura con la Capodarchese c5 nel 2009, avevamo messo insieme un gruppo di amici con la voglia di divertirsi e con la passione verso questo bellissimo sport, partimmo dal campionato di UISP. Riuscimmo a toglierci subito delle soddisfazioni, vincendo già al primo anno un trofeo. Rendendoci quindi conto, che con qualche innesto giusto avremmo potuto ben figurare in un campionato di serie D, ci siam mossi per far si che questo avvenisse. Detto fatto e nel 2010 eravamo una matricola proprio in suddetto campionato. Nello stesso anno e in quelli a seguire, per quattro stagioni di fila, la Capodarchese c5 si è fatta conoscere per serietà e passione verso questo sport nei campi delle province di Fermo Ascoli e Macerata. Ottenendo lo scopo di portare una squadra di paese a giocare nel suo territorio, sfruttando la Palestra di Capodarco, tra l'altro resa agibile allo svolgimento di questo bellissimo sport a nostre spese. Sportivamente parlando inoltre raggiungendo in questi anni, quasi sempre un piazzamento play-off e addirittura sfiorando anche una promozione e una Coppa Marche persa soltanto in finale. Non male come palmares per una neorealtà del nostro territorio.
Poi nella stagione sportiva 2014/2015 varie difficoltà, soprattutto economiche, ci costrinsero a desistere e rinunciare all'iscrizione in serie D. Scelta sicuramente molto sofferta, ma purtroppo obbligata.
Ancora una volta però, lo stesso gruppo di amici con il quale si era partiti nell'ormai lontano 2009, tiene a galla il nostro nome, riscrivendo la Capodarchese c5 nel Campionato di UISP totalmente autofinanziandosi, e difendendo ancora una volta i colori Bianco-Rossi per i vari campi amatoriali della provincia di Fermo.
Ed ora eccoci alla storia di oggi, quella storia che inizia poco più di due ani fa, dove capitò la possibilità di riportare ancora una volta il nome di Capodarco in un campionato FIGC. Questo grazie all'amicizia di due presidenti: ossia il nostro Christian Gioventu e Luca Camilli presidente di Real Casabianca, altra realtà sportiva del nostro territorio in questi ultimi anni, con una “Coppa Marche” vinta proprio nella stagione 2014/2015.
Gli stessi, uniti dalla medesima passione verso il Futsal o Calcio a 5 che dir si voglia, viste le varie difficoltà: economiche da una parte e di organico a livello dirigenziale dall'altra, decidono di unire le forze, dedicarle e concentrarle tutte verso lo stesso obiettivo, quello di creare un'unica società. Una società seria, con principi sani e ideali che si rispettino e che negli anni a venire possa diventare a sua volta una realtà sportiva nel nostro territorio.
Per cercare di riuscire in questo, abbiamo deciso di adoperare un profilo molto basso, ripartendo totalmente da zero. Ponendo le basi per un futuro prossimo, speriamo assai roseo. Dando fiducia ad un gruppo prettamente giovane, che già nella stagione 2015/2016 alla prima esperienza in serie D ha dimostrato di saper crescere, nonostante le varie difficoltà iniziali. L'anno scorso all’ossatura del gruppo che aveva chiuso la precedente stagione sotto la presidenza di Luca Camilli, sono stati affiancati altri giovani di buone prospettive (alcuni provenienti dal calcio a 11) e qualche senior di ottimo livello, con la guida tecnica di mister Luigi Lattanzi. Quel mister che proprio con il Real Casabianca nel 2014/2015 conquistò quella Coppa Marche di cui parlavamo sopra. La stagione 2016/2017, sarà un continuo crescendo, fino a raggiungere prima i Play Off da terzi classificati nella regoular season, e successivamente a giocarci proprio la finale in quel di Monturano, dove purtroppo però ci siamo dovuti arrendere alla superiorità degli avversari, dopo aver coltivato per una stagione intera il sogno promozione.
Anche nella stagione appena iniziata ci sono stati diversi cambiamenti, il primo alla guida tecnica, infatti Mister Timi prende il posto di Mister Lattanzi che purtroppo per problemi di lavoro è costretto a farsi da parte. Sono stati anche fatti nuovi innesti al Roster dello scorso anno, sperando in una continua crescita. Ma la partenza in questa fase iniziale di campionato, non è stata delle migliori. Siamo certi però che Mister e ragazzi si impegneranno per far si di invertire la rotta.
Insomma una società nuova, visto che è al suo terzo anno di vita. Un nuovo organigramma, un nuovo gruppo e da quest'anno un nuovo staff tecnico. Il tutto raccolto sotto una gran voglia di far bene ed un unico nome:
CAPODARCO CASABIANCA C5 "

Nella copertina la prima squadra del 2009.
In bocca al lupo allora a tutti voi.


di Marco Squarcia
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 15-11-2017 alle 13:13 sul giornale del 16 novembre 2017 - 1245 letture

In questo articolo si parla di attualità, sport, Capodarco, Casabianca, futsal, articolo e piace a squazo87

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOWV





logoEV
logoEV